NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Barzellette

Barzellette

La risata è in genere indicata come fonte di salute e benessere. Secondo una ricerca scientifica aumenta la resistenza agli stimoli fisici negativi, contribuisce al legame di gruppo e potrebbe essere stata importante per l'evoluzione degli esseri umani come animali altamente sociali. Questa rubrica è dedicata alla Battuta e alla Barzelletta, una frase o un breve racconto umoristico che mira a scatenare una reazione di ilarità nell'ascoltatore.

Una mattina un carabiniere entra in caserma e trova il suo maresciallo molto afflitto

“Maresciallo, ma che cosa è successo? Sembra disperato!”
“Lo sono, appuntato, lo sono. Stanotte è morto mio padre, era vecchio, ma gli volevo un gran bene…”
Nel pomeriggio l’appuntato rientra nella stanza del maresciallo e lo trova ancora più disperato.
“Maresciallo, d’accordo, è una disgrazia, ma dovete farvi coraggio…”
“No appuntato, non potete capire, la disgrazia non è una, sono due! Mi ha telefonato mio fratello e mi ha detto che è morto anche suo padre!”

Moglie e marito sono a passeggio nel parco.
Passano davanti ad una panchina dove un ragazzo ed una ragazza si stanno baciando appassionatamente. La moglie, intenerita, tira il marito per un braccio e gli sussurra all'orecchio:
"Perché non fai anche tu come quel ragazzo?"
"Ma guarda che sei un bel tipo! E come faccio? Io quella bella ragazza neanche la conosco..."

La nonna parla con la nipote, diventata maggiorenne, che ha un comportamento da bigotta:
"Divertiti mia cara nella vita e, quando ne hai voglia, non farti tanti scrupoli, dalla via: oggi ci siamo e domani chissà!"
"Perché, nonna? Secondo te la prospettiva di una vita breve dovrebbe essere un valido motivo per darla a dritta e a manca?!" replica la ragazza un po' seccata.
"Beh, allora vedi un po' tu che fare! - dice la nonna - Comunque io resto sempre dell'idea che, piuttosto che farla gustare ai vermi, è meglio farla gustare agli uccelli!..."

Preghiere a San Gennaro.

Napoli. In chiesa due uomini pregano davanti alla statua di San Gennaro: uno è un povero disoccupato, mentre l'altro è un ricco imprenditore.
Il disoccupato:
"San Gennà...sono disperato, devo restituire 500 euro e non so come fare...aiutami, fammeli  trovare!"
Il ricco:
"San Gennaro, ho giocato 100.000 euro in Borsa: fà che le quotazioni salgano!"
Il primo, più ad alta voce e quasi in lacrime:
"San Gennà...San Gennà...non ti dimenticare di me...fammi trovare 500 euro...sennò sono spacciato!"
Il ricco, infastidito da tanto baccano,  si avvicina e gli dice in modo brusco:
"Ecco, tieniti i 500 euro e non rompere le scatole; lascia che San Gennaro si concentri solo su di me!"

 

Shanghai: triste avventura per un anziano cinese di Shanghai Cho Tzè Yong di 77 anni. Dando retta al famoso proverbio cinese "Aspetta sulla sponda del fiume che passi il cadavere del tuo nemico" ha passato gli ultimi 30 anni nell'attesa di vedere scorrere sul fiume il corpo esanime di Quing Xing Yang, suo acerrimo nemico. Il rancore tra i due nacque quando, con le rispettive famiglie, andarono ad abitare in due case adiacenti. Cho Tzè Yong, la cui casa stava sottovento a quella degli Yang, non sopportava l'odore di frittura e di aglio che si sprigionava dalla cucina del vicino ed un giorno glielo fece notare. Sperava che la famiglia Yang comprasse una cappa aspirante per evitare che gli odori della loro cucina arrivassero fino alla sua casa. Tuttavia gli Yang non solo non gli diedero retta, ma aprirono nella loro casa una friggitoria take-away. Il tanfo divenne insopportabile. Cho Tzè Yong si rivolse anche alle autorità locali del partito comunista per porre fine alla cosa. Ma fu inutile. Gli Yang godevano della protezione dei funzionari del partito, golosi di fritto. Le cose per Cho Tzè Yong divennero insostenibili quando si accorse che Quing Xing Yang, grazie ai soldi incassati con la sua friggitoria, riuscì a comprare una friggitrice industriale in grado di friggere 25 kg di materiale vario in 3 minuti. Fu in quel momento che Cho Tzè Yong decise di passare le sue giornate sulle sponde del fiume, confidando nella saggezza dei vecchi proverbi cinesi. C'è rimasto per 30 anni. Fino a ieri, quando ha visto Yang sfrecciare sul fiume con una barca lunga 15 metri – frutto dei guadagni ottenuti con i suoi maleodoranti affari – e per di più in compagnia di venti modelle in bikini. Quing Xing Yang era al timone dello yacht e, nonostante i suoi 85 anni, appariva in discreto stato di salute. A Cho Tzè Yong, a quel punto, non è rimasto altro che dare retta alla moglie: si è trasferito ad abitare in una casa sopravvento.

Pagina 5 di 377

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi213
Ieri1167
Settimana Scorsa8113
Mese Scorso36813
Da Gennaio 20151627309

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out