NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

Oggi è la Giornata internazionale dell'Avvocato minacciato

Il 24 Gennaio è la Giornata internazionale dell'Avvocato minacciato

La data scelta per l'iniziativa, che, a partire dal 2010, si celebra tutti gli anni nel mondo, ricorda il triste anniversario della strage avvenuta il 24 Gennaio 1977 a Madrid, in Calle de Atocha, appunto ricordata col nome di "Matanza de Atocha", allorquando un commando di terroristi neofascisti fece irruzione in uno studio di avvocati giuslavoristi ed aprì il fuoco sugli stessi, uccidendone cinque e ferendone quattro. Lo scopo della giornata internazionale dell’avvocato minacciato non è solo quello di commemorare il triste destino dei colleghi dell'Ordine di Madrid, ma serve anche e soprattutto a richiamare l'attenzione dell’opinione pubblica sul grave rischio che può essere arrecato alla tutela dei diritti fondamentali del cittadino, ed alle sue richieste da avanzare in giudizio, se privato del tramite fondamentale fra lo stesso e lo Stato, ovverosia l'Avvocato, come professionista libero da condizionamenti e coercizioni.

Nei "Principi di base sul ruolo degli ordini forensi", adottati in occasione dell’ottavo Congresso delle Nazioni Unite svoltosi nel 1990  (30 anni fa) all’Avana, è stabilito che: "16) gli Avvocati: a) devono poter esercitare la loro professione senza ostacoli, intimidazioni molestie ed ingerenza alcuna da parte delle autorità pubbliche; b) possono viaggiare e incontrare i loro clienti liberamente, nel proprio paese come all'estero; c) non devono essere minacciati di divenire oggetto di procedimenti o di sanzioni economiche o di altra natura per tutte le azioni intraprese nell'esercizio delle loro funzioni nel rispetto delle norme professionali riconosciute dal codice deontologico. In caso di minaccia per la sicurezza degli avvocati nell'esercizio della loro professione, le autorità competenti devono proteggerli con tutti i mezzi possibili; 18) gli avvocati non devono essere assimilati ai loro clienti o alle cause dei loro clienti a causa dell'esercizio delle loro funzioni; 23) gli avvocati, come tutti i cittadini, devono poter usufruire della libertà di espressione, di credo, d'associazione e di riunione. In particolare, hanno diritto di partecipare a discussioni pubbliche sul diritto, l'amministrazione della giustizia, la promozione e la tutela dei diritti umani e di aderire ad associazioni locali, nazionali o internazionali - o di costituirne delle nuove - e di partecipare alle riunioni senza essere soggetti a restrizioni professionali a causa delle loro attività o dell'adesione ad organizzazioni legali. Nell'esercizio dei propri diritti gli avvocati devono avere un comportamento conforme alla legge e alle norme riconosciute dal codice deontologico".

Video

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi342
Ieri1357
Settimana Scorsa7812
Mese Scorso36813
Da Gennaio 20151636518

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out