NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Giovedì, 07 Marzo 2013 07:40

La differenza tra IGT, DOC e DOCG

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

La differenza tra IGT, DOC e DOCG

Il marchio DOCG è un riconoscimento di particolare pregio qualitativo attribuito ad alcuni vini DOC di notorietà nazionale ed internazionale. Oltre alle condizioni previste per la certificazione DOC è obbligatorio anche l'imbottigliamento nella zona di produzione. Il marchio DOC è stato istituito nel 1963 e viene concesso a prodotti di qualità con una precisa origine territoriale.Si tratta di vini di qualità, originari di zone limitate di solito di piccole/medie dimensioni. Il riconoscimento IGT è un marchio di qualità che viene attribuito a vini da tavola caratterizzati da aree di produzione generalmente ampie e con un disciplinare produttivo poco restrittivo. Nella scala dei valori enologici gli IGT si collocano immediatamente su un livello inferiore ai DOC e DOCG. L' assegnazione del marchio IGT rappresenta quindi un importante passo in avanti qualitativo per un gran numero di vini italiani, che dopo un quinquennio possono aspirare alla DOC.

IGT = Indicazione Geografica Tipica

Introdotta nel 1992, è attribuita ai vini caratterizzati da una "indicazione geografica" che può essere accompagnata o meno da menzioni relative al vitigno. Quest i vini devono essere ottenuti con uve raccolte (minimo 85%) nella zona geografica di cui portano il nome.

DOC = Denominazione di Origine Controllata

Il vino DOC deve sempre essere ricavato, in quantità prestabilite da vigneti iscritti al relativo albo di una zona geografica ben definita. Ogni vino DOC ha il suo specifico disciplinare (insieme di regole che stabiliscono quali e quanti vitigni si possono utilizzare per un vino, in quali zone e in che condizioni possono essere prodotte le uve che verranno utilizzate, le condizioni di vinificazione, le caratteristiche del vino sotto l' aspetto chimico-fisico e organolettico, l'affinamento e l'invecchiamento).

DOCG = Denominazione di Origine Controllata e Garantita

I disciplinari per quest i vini sono maggiormente severi (rispetto a DOC e IGT). Le bottiglie devono avere apposte le fascette di Stato rilasciate dai consorzio dalle camere di commercio.

Letto 4193 volte Ultima modifica il Mercoledì, 21 Settembre 2016 20:11
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi163
Ieri998
Settimana Scorsa6958
Mese Scorso28807
Da Gennaio 20151527786

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out