NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

Un quadro astratto i pianeti che formano un turbine e sullo sfondo la tavola dei segni

Si dice Astrologi.

Astròlogo

Astròlogo (anticamente e popolare stròlogo e stròlago) singolare maschile (femminile -a, non comume) [dal latino astrolŏgus, greco ἀστρολόγος] (plurale maschile -gi, femminile -ghe).

Significato

Cultore di astrologia; chi fa oroscopi o previsioni fondate sull'astrologia; con uso figurato, è comune nella frase esclamativa "crepi l'astrologo!", a proposito di chi predice sciagure; Anticamente (solo anticamente), come già in greco e in latino, anche sinonimo di astronomo.

Polemica

Anche i vocabolari - e non solo quelli meno conosciuti - sbagliano. Dopo le troppe parole che derivano dal francese anche errori che definire grossolani è un complimento. I vocabolari dovrebbero essere tutti concordi, dando così alla lingua quella "omogeneità" di cui c'è bisogno allontanando lo spettro dell' "anarchia linguistica".

Regola dei nomi che finiscono in -co e -go

Se i predetti sostantivi hanno l'accentazione sulla terzultima sillaba (accento che si "legge" ma non si segna), ossia se sono parole così dette sdrucciole, faranno il plurale in -ci e -gi: canonico, canonici; astrologo, astrologi. Se, invece, sono parole piane, hanno cioè l'accento tonico sulla penultima sillaba, faranno il plurale in -chi e -ghi: buco, buchi; mago, maghi.

Eccezioni

Non mancano, naturalmente, delle eccezioni a questa "regola", basti pensare ad "amico" che pur essendo una parola piana fa il plurale "amici" e non "amichi"; oppure al "valico" che fa "valichi" e non "valici". Non è il caso di Astrologi.

una donna paga nel nuovo parchimetro c'è pure una tastiera qwerty completa

Ma guarda un po', a Gallarate in provincia di Varese installano parchimetri col bancomat e in città molto più importanti, invece, ancora senza né bancomat né energia pulita. Che retrogradi, eppure è previsto da un emendamento della legge di Stabilità: da luglio 2016 saranno ammesse eccezioni solamente nei casi appurati di "oggettiva impossibilità tecnica" per gli altri deve essere possibile il pagamento con metodo elettronico e tracciabile.

Due finanzieri della dogana sequestrano un container pieno di giochi contraffatti

Tra chi acquista online, uno su quattro compra merce contraffatta, senza volerlo (il contrario sarebbe un reato) ma soprattutto senza saperlo. Spesso se ne accorge solo quando scarta il pacco e magari neanche allora. 

Quello che più ci preoccupa è che quest’anno si prospetta un Natale da crisi all'insegna delle ristrettezze per gli italiani. Come accontentare i desideri di tanti bimbi che aspettano le strenne sotto l’albero? Non facciamoci tentare rischiando di acquistare merce che non rispetta la sicurezza.

In primo piano un pertugio di entrata della macchinetta un uomo di cui si vedono solo le braccia sta infilando una bottiglia di plastica, sulla macchinetta predomina il colore arancione, ci sono le scritte ECO24 e le indicazioni di come effettuare le operazioni

Leggiamo in un post sui social la domanda: "Un comune ... ha installato una macchinetta mangia bottiglie di plastica ... Mi dite il lato negativo? Scusate ma io non lo vedo...". Questo è un lavoro per noi del «bicchiere» rispondiamo quindi al nostro amico.

Per intenderci tutti, stiamo parlando delle tanto famose macchinette mangia rifiuti che ti danno contanti in cambio della tua immondizia. Ai più superficiali possono sembrare delle comuni macchinette del caffè, invece sono delle vere e proprie isole ecologiche che devono contenere quintali di prodotto lavato, tritato, compattato e rispettare una serie infinita di leggi e regolamenti.

Che cos'è la celebrità?

  • Una celebrità è una qualsiasi star della televisione o del cinema che trascorre più di due ore al giorno a sistemarsi i capelli. (Steve Martin)
  • Una celebrità è una persona che lavora duramente per tutta la vita per il solo scopo di essere conosciuto, poi in un secondo momento indossa occhiali scuri per evitare di essere riconosciuto.(Fred Allen)
  • Adesso sono più conosciuto: faccio cilecca con donne più belle. (Woody Allen)
  • Paris Hilton è famosa per essere famosa. (Anonimo)
  • “Mi sono messa un buon reggiseno e una maglietta di due taglie inferiori alla mia”. (Lina Turner In risposta alla domanda, rivoltale durante un’intervista: “Come è diventata famosa?”)
  • Puoi essere seduto sul trono più alto del mondo, ma… sarai sempre comunque seduto sul tuo sedere!(Michel Eyquem de Montaigne)

 

 

Luciano Meran Donatoni

 

Aforismi di Luciano Meran Donatoni
  • Non capisco quelle persone che ti fanno certe domande, mentre conoscono già le risposte.
  • Se nella giornata, non hai fatto nemmeno una risata, la tua giornata l'hai in parte sprecata.
  • Sei talmente bella, che ogni volta che ti guardo, mi provochi un calo di diottrie.
  • La persona intelligente riflette e dubita, la persona ignorante e stupida non si pone nemmeno il problema d'esserlo.
  • Certe persone raccontano le bugie così bene e con tanta convinzione che finiscono per crederci pure loro.
  • Tre grazie: il papa dà la grazia, il capo dello stato grazia, e il delinquente ringrazia.
  • In facebook molte persone si cautelano per difendere la loro privacy e poi scrivono i loro cazzi a tutti.
  • Imparare a convivere con noi stessi migliora il rapporto con gli altri.
  • Anche nelle giornate più tristi dentro di noi possiamo sempre trovare quel raggio di sole e di speranza che non ci fa arrendere mai.
  • A volte sento il bisogno di parlare da solo, specialmente quando mi serve il consiglio di un esperto.
  • Alla donna piace l'uomo tenero sul divano e duro a letto, pertanto... onde evitare confusione, in casa non tengo il divano letto.
  • Chi non sa parlare nel dettaglio, parla all'ingrosso.

 

Cravatta Smart Casual Sbarazzino ma Formale ed Elegantissimo

Il Dress Code non è altro che il codice presente negli inviti che una volta interpretato bene ci permetterà di non arrivare vestiti inadeguati ad un evento. 

Seguire le regole del dress-code richieste nell'invito stesso ci rende la vita più semplice e ci permette di sentirci più sicuri.

Abbiamo notato che però c'è un po' di confusione da parte di chi predispone gli inviti: la parola "code" significa che la cosa è codificata, cioè non si può scrivere quello che si vuole. Neanche "Abito Elegante". Altro errore che notiamo spesso è che se non c'è l'indicazione "obbligatorio" è da intendere "consigliato".

Gli invitati invece devono fare attenzione ai due rischi più comuni: l'abbigliamento "sotto tono" o, al contrario "l'overdress", ovvero un vestiario molto più elegante del dovuto.
Vediamo assieme il codice e i vari significati sia per le donne che per gli uomini.

una fiamma in un enorme spazio nero e vuoto

Flame

Inglese, pronuncia: fleim.

Etimologia

Il termine flame deriva dal latino flammula = (con lo stesso significato in inglese, letteralmente) "fiamma" (nel senso di punto di origine dell'incendio).

Significato

Nel gergo delle comunità virtuali di Internet come newsgroup, forum, blog, chat o mailing list, eccetera, un flame è un atto deliberatamente ostile e provocatorio da parte di un utente della comunità verso la stessa o un altro individuo specifico; flaming è commettere questi atti ostili, flamer è chi li invia, e flame war è lo scopo di questa attività e cioè uno scambio di insulti o di atti ostili che spesso ne conseguono, praticamente una "rissa virtuale".

Una persona con la valigia vista da dietro guarda la linea dell'orizzonte a tarda sera

Forma corretta della sillaba va

  1. Scriveremo va senza accento e senza apostrofo per fare riferimento alla terza persona singolare dell'indicativo presente del verbo andare.
  2. La forma apostrofata va', invece, si utilizza per indicare la seconda persona singolare dell'imperativo presente andare.

La grafia , con l'accento, che talvolta si incontra sia per l'indicativo, sia per l'imperativo, è in entrambi i casi una grafia errata e da evitare.

 Il celebre bacio di via col vento tra i due protagonisti

Aforismi sulle labbra e sul bacio

  • Si può dare tutto fisicamente e conservare il sorriso sulle labbra. (Gabriella Dorio)
  • Ti piacciono le mie labbra? / Non lo so, non le ho mai assaggiate. (Enrico Brignano)
  • Beati coloro che si baceranno sempre al di là delle labbra, varcando il confine del piacere, per cibarsi dei sogni. (Alda Merini)
  • Mi chinai per darle il bacio della buonanotte, ma d’un tratto il bacio si fece selvaggio, un incendio, un uragano. Non potevo fermarmi.
  • (Yves Montand a proposito di Marilyn Monroe)
  • E ti bacio la bocca bagnata di crepuscolo. (Pablo Neruda)
  • Mi ha accarezzato i capelli e il mio cuore ha martellato così forte che ho pensato: se mi bacia, muoio. (Stefano Benni)
  • Mi presti un bacio? / Come mi presti un bacio? / Si prestamelo così poi te lo restituisco.. (Cannova, Twitter)
  • Baciala bene e i vestiti cadono da soli. (pisnilab, Twitter)
  • L’amore è vivere duemila sogni fino al bacio sublime. (Alda Merini)
  • Il bacio è il modo più sicuro di tacere dicendo tutto. (Guy de Maupassant)
  • Non chiudere mai le tue labbra a coloro che hanno già aperto il tuo cuore. (Charles Dickens)
  • Una spugna per cancellare il passato, una rosa per addolcire il presente e un bacio per salutare il futuro. (Guy de Maupassant)
  • Baciarti è come cadere. È vertigine e turbine, è follia dei sensi. Baciarti, è l’unico modo che conosco di arrendermi. (ceciliaseppia, Twitter)
  • Un bacio rende il cuore di nuovo giovane e spazza via gli anni. (Rupert Brooke)
Pagina 10 di 195

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi392
Ieri735
Settimana Scorsa6592
Mese Scorso26774
Da Gennaio 20151399525

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out