NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

Leopold Fechtner

Comico, battutista americano.

Battute comiche n.2


 

  • Papà, questa è la mia pagella, e questa è una tua pagella che ho trovato in soffitta...
  • Io posso sollevare un elefante con una mano sola.Ma dove lo trovo un elefante con una mano sola?
  • Non dico che l'autobus fosse affollato, ma anche l'autista stava in piedi...
  • La felpa è quel capo d'abbigliamento che un bambino indossa quando sua madre ha freddo.
  • In questo mondo devi essere matto. Se no impazzisci. 
  • I miei compagni di classe sono così duri che sono gli insegnanti a marinare la scuola.
  • Riesco a trovare ogni parola sul dizionario molto più velocemente da quando ho scoperto che sono in ordine alfabetico.
  • Devo comprare una nuova macchina da scrivere. Questa che ho fa troppi errori! 
  • Mio zio ha vissuto fino a 100 anni e lo deve tutto ai funghi. Non ne ha mai mangiati. 
  • I liquori ti uccidono lentamente. Ma chi ha fretta?
  • Il pollo è l'unico animale che si può mangiare prima che nasca e dopo che è morto. 
  • Non bevo mai a meno che io non sia da solo o in compagnia.
la pietra è ovale e per la sua lunghezza si vede una confluenza di luce a forma di rigaUna pietra di luna classicamente tagliata a cabochon per far risaltare ulteriormente il gatteggiamento.

Gatteggiamento

Sostantivo

Etimologia

Il termine gatteggiamento deriva dal verbo gatteggiare quindi da Gatto.

Significato
  • Il gatteggiamento è il riflesso concentrato di luce della pupilla, fenomeno frequente specialmente nei felini, ma che è anche causa del problema degli occhi rossi nelle fotografie.
  • Il gatteggiamento è anche un fenomeno ottico presente in alcuni tipi di pietre preziose, come il quarzo, il crisoberillo o la pietra di luna detta appunto "occhio di gatto", ed è dovuto alla presenza di intrusioni cristalline aghiformi e parallele all'interno della gemma.
  • È detto gatteggiamento anche il modo di fare delle modelle, in particolare la loro andatura detta catwalking.
Aggettivo

Gatteggiante è ciò che presenta il fenomeno del gatteggiamento: La pietra di luna e l'occhio di tigre sono gatteggianti.

SENECA

Veritas numquam perit

La verità non muore mai

 

Intrigo ...a Pavia

 

(Queste storie, anche se raccontate come vere, sono frutto di fantasia. Pertanto non hanno nulla a che vedere con persone o fatti realmente avvenuti)

Un anno fa, al compimento del quarantacinquesimo anno, la Prof. Valentina, single, bellissima, Docente di Lettere in un Liceo del milanese, abitante a Pavia, è andata in crisi. Una crisi pesante … di quelle che lasciano il segno. Valentina continuava a chiedersi. “Come? … mi sembra solo ieri che ho compiuto quarant’anni … e ne ho già quarantacinque? … e cosa ho fatto in questi cinque anni?”

la foto di un capitello raffigurante una giovan donna che regge la parte sovrastante della colonnaEva cavalca il serpente tentatore su un capitello della Chiesa abbaziale di Santa Maria Laach.

Misògino

Aggettivo e sostantivo

Etimologia

Il termine Misògino deriva dal greco misògynos composto da mìsos = "odio" e gyné = "donna".

Significato
  • Il senso generale si dice Misògino di persona che sfugge le compagnie femminili e mostra disinteresse oppure repulsione, disprezzo nei confronti della donna. Anche se più comune negli uomini, la misoginia viene praticata anche da donne contro altre donne o addirittura verso se stesse. Nelle forme più lievi questo sentimento deriva da anni di società patriarcale e da alcuni atteggiamenti di aslcune religioni.
  • Nella sua forma patologica invece la Misòginia può assumere forme più gravi come il pensare che le donne possano essere solo o madri o di facili costumi. Nella sua espressione più deteriore, la misoginia porterà la persona a odiare apertamente le donne per il solo fatto di essere tali. Alcuni maniaci sessuali rientrano in tale categoria. La misoginia patologica si può tuttavia esprimere anche con l'odio verso le sole prostitute, lesbiche o verso le persone transessuali, quest'ultima patologia prende il nome specifico di Transmisòginia.
Aggettivo

Misògino è per estensione ciò che rivela misoginia: atteggiamento misogino; la letteratura misogina medievale.
Misoginismo: (raro) misoginìa.

Sinonimi

Antifemminista, fallocrate, maschilista.

Contrari

Femminista, misantropo.

Locuzioni comuni

Desinit in piscem

Finisce in pesce

(Si dice per indicare una speranza gravemente delusa, o l’ingloriosa fine di qualcosa che all’inizio sembrava promettente)

Locuzioni comuni

Sine die

A data da destinarsi

(Rimandare a chissà quando; alle calende greche)

una collina con delle abitazioni e alcune pale eoliche

Antropizzazione

Etimologia

Dal greco ànthrōpos = "uomo".

Significato

L'antropizzazione in geografia ed ecologia è l'insieme degli interventi dell'uomo sull'ambiente naturale. Ne sono esempi l'agricoltura, il disboscamento, la costruzione di abitazioni o di impianti industriali, eccetera.

Della stessa radice
  1. È antropico tutto ciò che riguarda l'uomo (aggettivo).
  2. In fisica, il principio antropico, è il principio introdotto in diverse forme per giustificare il fatto che i valori assunti da alcune costanti fondamentali (masse e cariche delle particelle elementari, costanti di accoppiamento delle interazioni, massa totale dell’universo, eccetera) sono proprio quelli necessarî allo sviluppo della vita nell’universo: secondo tale principio, queste costanti non possono avere se non valori vicini a quelli che noi osserviamo, perché altrimenti non si sarebbero sviluppati esseri in grado di compiere queste osservazioni.
  3. Antropizzare (verbo) significa modificare l'ambiente naturale per le esigenze dell'uomo.
  4. Sono antropizzati (aggettivo) i luoghi naturali alterati dall'uomo.
Contrari

La deantropizzazione è la progressiva riduzione della presenza di esseri umani o il ripristino allo stato naturale di luoghi antropizzati.

Seneca

Non exiguum temporis habemus, sed multum perdidimus

Il tempo non ci manca, eppure ne sprechiamo molto

(Pensa a tutto il tempo che hai sprecato nel corso della tua giornata. La prossima volta non avrai il tempo per ciò che conta veramente nella tua vita)

La cultura a portata di mano

Affabulazióne

Etimologia

Dal latino: affabulatio -onis, derivato di "ad-fabula" morale della favola. Sostantivo.

Significato

(letteralmente) Il modo di presentare i fatti in forma narrativa. L'intreccio dei fatti che costituiscono la trama di un romanzo, un racconto o, in genere, di un'opera di immaginazione. Con significato più generico, invenzione favolosa, costruzione della fantasia più o meno inverosimile:(Italo Calvino) tanta suggestione hanno dunque su di te le affabulazioni d’un grafomane?

Verbo

Affabulare: è esporre, presentare in forma di favola.

Sostantivo

Affabulatore: colui che presenta in forma di favola.

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi718
Ieri1052
Settimana Scorsa6169
Mese Scorso26816
Da Gennaio 20151235873

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out