NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

Latine loqui

Proverbio

Grex totus in agris unius scabie cadit.

Una pecora ammalata infetta il gregge. 

La mela marcia fa marcire tutte le altre. 

Latine loqui

Proverbio Latino

Hospes et piscis tertio quoque die odiosus est

L'ospite è come il pesce dopo tre giorni puzza

La cultura a portata di mano

Assertore

Etimologia

Dal latino: assertor - oris, derivato di “asserĕre” asserire.

Significato

Chi asserisce, sostiene con vigore un principio, una dottrina, una causa. asserisce di L’assertore ha visto l’uomo scappare via a piedi dopo il ferimento.

Verbo

Asserire: affermare.

Sostantivi

Asserimento: modo e atto di asserire.
Asserto: asserzione, affermazione; dimostrare, confermare un asserto.
Asserzione: come sopra.

Aggettivi

Assertivo: chi asserisce, chi afferma.
Assertorio: assertivo.

Avverbio

Assertivamente: in modo affermativo.

Sinonimi

Fautore, paladino, sostenitore, difensore, campione, propugnatore, apostolo, divulgatore.

Contrari

Negatore, oppositore, avversario.

 

Latine loqui

Proverbio

Ad consilium ne accesseris, antequam voceris. 

Non dare consigli prima che siano richiesti.

Generalmente consigli non richiesti non sono molto graditi.

Latine loqui 

Proverbio

Leoni mortuo lepores insultant.

Anche le lepri insultano il leone morto.

Quando l'albero è caduto tutti sono capaci di raccoglier legna.

 Ultima Cena

Agape

Etimologia

Dal greco: agápē, amore, simposio.

Significato

Presso gli antichi cristiani àgape indicava un pasto in comune celebrato con finalità caritatevole e fraterna in ricordo dell'ultima cena di Gesù e quindi come connessione all'istituzione dell'Eucarestia.
Per estensione, convito intimo tra amici.

Sinonimi

Convivio, convito, simposio, banchetto.

Latine loqui

Proverbio

Raro lupi lenti praebentur fercula denti.

Difficilmente al lupo lento si presenterà il pranzo davanti ai denti.

E' come dire: "Chi dorme non piglia pesci."

un arzillo anziano coni capelli bianchi cespugliosi e gli occhiali

Cvetan (o Tzvetan) Todorov (in bulgaro: Цветан Тодоров)

(Sofia, 1º marzo 1939 – Parigi, 7 febbraio 2017)
Cvetan Todorov è stato un filosofo e saggista bulgaro naturalizzato francese.

Aforismi e Citazioni di Cvetan Todorov

  • Le pagine meno gloriose del nostro passato sarebbero le più istruttive se solo accettassimo di leggerle per intero.
  • Il progresso tecnologico non comporta una superiorità sul piano dei valori morali e sociali (né una condizione di inferiorità).
  • È sotto l'effetto della paura che si compiono i gesti più inammissibili. (dall'intervista a 
  • Quando mi chiedono perché amo la letteratura, mi viene spontaneo rispondere: perché mi aiuta a vivere.
  • L'Europa resta forse la parte del pianeta con la più forte concentrazione di diverse identità nazionali ed etniche. Si può pensare che storicamente questa è già stata una delle fonti del dinamismo europeo.
  • La tolleranza è una virtù, a condizione che sia chiaro in partenza lo zoccolo duro di ciò che è considerato come intollerabile.
  • Le epoche più gloriose nella storia di ogni cultura sono quelle di apertura verso gli altri popoli.
  • Il passato è fruttuoso non quando serve a nutrire il risentimento o il trionfalismo ma quando il suo gusto amaro ci porta a trasformarci.
  • La civiltà coincide con un atteggiamento morale che non è mai acquisito in modo definitivo, né da parte di un individuo, né da parte di un popolo.

 Latine loqui

Proverbio

Ne quid exspectes amico, quod tute agere possis. 

Se puoi fare una cosa da solo non aspettare aiuto da altri.

Chi fa da sé fa per tre

Latine loqui

Proverbio

Quantum pater colligit, tantum filius dissipat.

Il figlio dissipa quello che il padre ha messo da parte.

A padre accumulatore, figlio spenditore.

 
Pagina 5 di 195

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi434
Ieri1536
Settimana Scorsa7984
Mese Scorso35577
Da Gennaio 2015829477

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out