NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Sabato, 21 Novembre 2015 02:00

Abbracciare gli alberi fa bene, le osservazioni sembrano provarlo #MedicinaAlternativa

Scritto da  Marella Bruschi
Vota questo articolo
(0 Voti)

disegno di un grosso albero spostato sulla sinistra

Abbracciare gli alberi, un'idea della "hippy generation" molto criticata. Ora qualcuno ha provato a spiegare pseudo-scientificamente che: contrariamente alle credenze popolari, toccare un albero rende più sani. Per stare meglio non importa neppure toccarlo, l'albero: il solo essere nelle sue vicinanze ha lo stesso effetto. Parola di Matthew Silverstone, autore del saggio "Blinded by Science", [Bendati dalla scienza ufficiale]. Tesi: tutto vibra, dal nucleo di un atomo alle molecole del nostro sangue e del nostro cervello. Suoni, piante, animali. Fino allo spazio esterno.

Una volta compreso questo principio di base, tutto diventa improvvisamente chiaro: se applichiamo questa teoria al mondo intorno a noi, ci stupiremo di cosa potremo imparare. "Blinded by Science" spiega come smettere di essere "accecati dalla scienza", e offre una teoria che, se applicata a fattori come l'acqua, le piante, il sole e la luna, sembra avere un "senso perfetto". Così, Silverstone prova "scientificamente" che gli alberi migliorano molti aspetti della salute: malattie mentali, disturbo di deficit di attenzione e iperattività (Adhd), livelli di concentrazione, tempi di reazione,depressione, emicranie.

Diverse testimonianze BLOG come quella di Sara Bassot dimostrano che i bambini sembra abbiano effetti psicologici e fisiologici significativi in termini di salute e benessere quando interagiscono con le piante. Osservazioni che dimostrano che i bambini "stanno meglio, cognitivamente ed emotivamente, in ambienti verdi". I piccoli "giocano in modo più creativo" se si trovano nel bel mezzo di un bosco. Una indagine sulla salute pubblica, programmata per studiare l'associazione tra spazi verdi e salute mentale, conclude che "l'accessibilità a spazi verdi può significativamente contribuire alle nostre capacità mentali e al nostro benessere".

Quale può dunque essere l'aspetto della natura che può avere effetti così significativi? "Fino ad ora si è pensato che fossero gli spazi aperti, ma Matthew Silverstone mostra che non si tratta di questo". Piuttosto, il ricercatore inglese "prova scientificamente che sono le proprietà vibrazionali degli alberi e delle piante a darci i benefici in termini di salute, non gli spazi verdi e aperti".

La risposta a come piante ed alberi ci influenzino fisiologicamente sembra dimostrarsi molto semplice: "È tutto dovuto al fatto che ogni cosa ha una vibrazione, e differenti vibrazioni influenzano i comportamenti biologici". È stato provato che, se beviamo un bicchiere di acqua trattato con una vibrazione di 10Hz, il nostro tasso di coagulazione sanguigna cambia immediatamente con l'ingestione dell'acqua trattata.

Per Silverstone, accade lo stesso con le piante: "Quando tocchiamo un albero, la sua diversa vibrazione influenzerà vari comportamenti biologici del nostro corpo". Questa idea 'vibrazionale', - spiega "Informare per Resistere" - è supportata nel libro da centinaia di studi scientifici, "che forniscono prove schiaccianti che l'abbracciare gli alberi non è una pazzia: non solo fa bene alla nostra salute ma può anche far risparmiare molti soldi ai nostri governi, offrendo una forma di trattamento alternativa e gratuita". Secondo l'indagine, "spazi verdi e sicuri possono essere efficaci quanto una prescrizione medica nel trattare alcune forme di malattia mentale". E se i medici, d'ora in poi, trattassero alcuni disturbi suggerendo una passeggiata nel parco piuttosto che una scatola di pillole? Proviamo!

Letto 2565 volte Ultima modifica il Giovedì, 21 Novembre 2019 14:21
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi188
Ieri1024
Settimana Scorsa6947
Mese Scorso29335
Da Gennaio 20151550018

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out