NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Lo sapevi che?

Lo sapevi che?

Piccole e Grandi curiosità, pillole di Cultura, qualche volta una piccola lista di cose che è meglio sapere prima di affrontare la giornata. Una rubrica "quasi" quotidiana... per non farsi mai trovare "impreparati".

E' confermata per la giornata di oggi la serrata delle farmacie per protestare contro i tagli previsti per il settore dal decreto sulla spending review. Lo ha affermato la presidente di Federfarma, Annarosa Racca.

Resteranno pero' aperte le farmacie di turno. I tagli previsti dal decreto sulla spending review, ha affermato Racca al termine di un incontro con il ministro della Salute Renato Balduzzi per l'avvio di un confronto per la definizione di remunerazione per le farmacie, "rappresentano una misura iniqua e insostenibile per le farmacie italiane".

I farmacisti dunque, oggi, ha annunciato la presidente di Federfarma, "terranno chiuse le farmacie e saranno nelle piazze per spiegare ai cittadini i motivi della nostra protesta". Il punto, ha ribadito Racca, è che "questa manovra è insostenibile e rischia concretamente di portare alla chiusura di moltissimi esercizi. Speriamo - ha concluso - che i cittadini siano con noi".

(ANSA)

"Le tre capitali chiedono l'applicazione immediata delle misure Ue antispread", annuncia un comunicato del governo Rajoy. Ma, dopo due ore, arriva la doppia smentita: "Nessuna nota". Passera: "Non c'è più tempo da perdere, necessario l'intervento dell'Europa per tranquillizzare mercati"

repubblica.it

E' lunedì nero per i listini europei, trainati da Madrid e Milano che sul finale, dopo perdite di oltre il 5%, hanno limitato i danni grazie allo stop alle vendite allo scoperto deciso dalle autorità di borsa nazionali. Il provvedimento non ha impedito agli spread di raggiungere livelli record per la Spagna e sfondare i 520 punti per l'Italia, mentre l'euro è piombato ai minimi da due anni sotto 1,21 dollari.

Monti: 'Spread non dipende dal Paese, ma dai dubbi sullo scudo Ue'

di Domenico Conti - Ansa.it

Due morti a Lucca, durante una gara di rally: il pilota e la navigatrice di un'auto, Valerio Catelani, 37 anni, e Daniela Bertoneri, 34. Sono morti carbonizzati nella loro macchina da corsa incendiatasi dopo un'uscita di strada al 47° Rally Coppa Città di Lucca. I due correvano su una Peugeot 207 S2000. L'incidente è avvenuto nella notte in località Brancoli, dopo 3,5 km della quarta prova speciale. La gara è stata sospesa dagli organizzatori e la procura ha sequestrato i resti della vettura.

scritto da Redazione su corriere.it

Pagina 16 di 16

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi311
Ieri794
Settimana Scorsa6031
Mese Scorso39544
Da Gennaio 2015861292

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out