NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Detti latini

Detti latini

Nel passato conoscere le risposte era prerogativa di Saggi e Iniziati, rigorosamente vincolati al segreto, eppure esiste un filo d'oro che collega tutte le civiltà e che ha permesso di portare fino ai tempi attuali gli insegnamenti dell'antica Saggezza, che comprendono le risposte alle domande primordiali che ogni uomo che comincia a sollevarsi dalla massa bruta, si pone nel suo intimo più profondo: chi siamo? da dove veniamo? dove andiamo?

Intere scuole di filosofia hanno tentato, e ancora lo fanno, di proporre risposte, varie e articolate come le differenze di carattere degli uomini, noi tenteremo di trasmetterle in questa rubrica.

Marco Porcio Catone

busto in marmo del persoaggio naso acquilino pochi capelliScrittore, politico e generale - vedi scheda...
(234 avanti Cristo - 149 avanti Cristo)

Versione latino

Amicum secreto admone, palam lauda

Analisi del testo

Ammonisci l'amico in segreto ma lodalo pubblicamente

Un detto latino molto diffuso, quindi considerato importante, attribuito di volta in volta a Seneca o a Publilio Siro (molto probabilmente in maniera erronea), sembra invece essere opera di uno pseudo-Seneca. È giunta a noi in diverse varianti (Amicos secreto admone, palam lauda oppure Secreto admone amicos, palam lauda). In Philologus, 1844, pagina 684 la locuzione, peraltro, viene attribuita a Catone, Sentent.
Questo proverbio introduce al rispetto, in questo caso rivolto agli amici. Un vero amico non biasima né fa fare brutta figura in pubblico, ma con delicatezza e discrezione a parte ammonisce. Al contrario, in caso di apprezzamenti, lo fa pubblicamente e platealmente. Questo impone il rispetto.

Marco Porcio Catone

busto in marmo del persoaggio naso acquilino pochi capelliScrittore, politico e generale - vedi scheda...
(234 avanti Cristo - 149 avanti Cristo)

Versione latino

Laevius laedit quidquid praevidimus ante

Analisi del testo

Ferisce più lievemente ciò che prima abbiamo previsto

Locuzione presente ne "Disticha Catonis, 2, 24, 2".
Quando siamo preparati all'evento negativo lo affrontiamo più consapevolmente. Questo proverbio si rivolge più verso noi stessi invece che verso gli atri come per i proverbi odierni in italiano: "Uomo avvisato è mezzo salvato", "Uomo avvertito è mezzo munito". Anche perché tendiamo ad ignorare gli avvertimenti degli altri mentre tendamo ad ascoltare di più la nostra esperienza soprattutto per quanto riguarda il dolore e le delusioni.

Marco Porcio Catone

busto in marmo del persoaggio naso acquilino pochi capelliScrittore, politico e generale - vedi scheda...
(234 avanti Cristo - 149 avanti Cristo)

Versione latino

Exigua his tribuenda fides, qui multa loquuntur

Analisi del testo

Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto

Un detto antico che oggi è piu che mai attuale. Viviamo infatti un'epoca che ha visto la deriva da "Cogito ergo sum" (Penso, quindi esisto) a "Loquor, ergo sum" (Parlo, quindi esisto). Anzi in alcuni dialetti  si direbbe "Chi vusa püsé la vaca l'è sua" (Chi grida di più la vacca è sua. Ipotizzando vari litiganti).
Siamo tutti d'accordo che la libertà d’espressione sia parte integrante della democrazia e che internet sia uno strumento potentissimo per esercitarle, il pericolo è che diventi preda di irresponsabili.
Naturale che con un mezzo di comunicazione caratterizzato sia dai bassi costi che dalla semplicità d'uso, chi ha un’opinione senta l'irrefrenabile bisogno di esprimerla, i problemi sono che chi scrive spesso non si rende conto che dovrebbe padroneggiare almeno l'argomento di cui parla; e chi legge, spesso, non sente l’esigenza di verificare o non ne è capace.
Dunque di troppa libertà, la democrazia, può anche morire, come possono morire i fatti oggi su internet, dove ormai sembra di navigare in un mare di stupidate. Parole, parole, parole, la massa di chiacchiere in circolazione è diventata tale, che le parole oggi non valgono più nulla. Eppure Catone ci aveva avvisati.

Marco Porcio Catone

busto in marmo del persoaggio naso acquilino pochi capelliScrittore, politico e generale - vedi scheda...
(234 avanti Cristo - 149 avanti Cristo)

Versione latino

Doctrina est fructus dulcis radicis amarae

Analisi del testo

L'erudizione è il dolce frutto di una radice amara

Locuzione presente nella Distica Catonis, Appendix, 40. Il detto rivela che l'apprendimento e la cultura richiedono fatica ma che questa sarà ricompensata perché darà buoni frutti in futuro.

Marco Porcio Catone

busto in marmo del persoaggio naso acquilino pochi capelliScrittore, politico e generale - vedi scheda...
(234 avanti Cristo - 149 avanti Cristo)

Versione latino

Melius acerbos inimicos mereri, quam eos amicos, qui dulces videantur: illos verum saepe dicere, hos numquam

Analisi del testo

È meglio avere degli acerrimi nemici, piuttosto che amici ruffiani: i primi spesso dicono il vero, i secondi mai

Locuzione nel De amicitia, 24, 90.
A volte si cosiderano amici persone che alimenano il nostro sentimento per fini personali, oppure non si riconosce gli ipocriti, quelli cioè che simulano i sentimenti.

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi256
Ieri3798
Settimana Scorsa6035
Mese Scorso23451
Da Gennaio 20151158633

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out