NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Che vuol dire?

Che vuol dire?

Il dizionario della lingua italiana è costituito da più di 160.000 parole (con quelle tecniche e di ambiti specialistici si sale ad oltre 250.000 parole); una tale ricchezza di contenuti permette di classificare le parole in base a differenti criteri tra cui quello legato alla difficoltà di comprensione. Una parola difficile è un termine particolarmente complicato che mette alla prova la bravura e la cultura di chi tenta di individuarla.

Questa rubrica darà soddisfazione ai tuoi dubbi sulle parole difficili o insolite. Inviaci una richiesta specifica, la risposta sarà pubblicata.

Pavento

paura

Etimologia

Dal latino: pavens/tis - pàvere = aver timore

Significato

Timore, paura, spavento: (Dante)... maestro, se non celi Te e me tostamente, i’ ho pavento D’i Malebranche.

Verbi

Pavére: temere, aver paura di qualche cosa; (T.Tasso) tu ancora, al corpo no che nulla pave, a l’alma sì (Redi). su questa nave, che tempra ha di cristallo, e pur non pave del mar cruccioso il ballo.
Paventare: aver paura, sentirsi intimorito: (Dante) come verrò, se tu paventi Che suoli al mio dubbiare esser conforto? Per estensione, raro, sospettare, dubitare: (Goldoni) ardireste voi paventare, ch’io frequentassi con passione mia cognata?

Sostantivi

Pavòre: timore, paura, senso di terrore: (Girolamo da Siena) l’Angelo venne a Cristo, nel tempo de la sua agonia, quando per lo pavore de la morte contendeva lo senso con la ragione, e confortollo; (C. E. Gadda) quel suo perenne pavore nei confronti del trillo del campanello.
Paventamento: modo e atto del paventare.
Pavenza: (raro) timore.

Aggettivi

Pàvido: pauroso, timido, vile: soldati pavidi e codardi; (Poliziano) L’ardite ninfe l’asinel suo pavido Pungon col tirso; (Manzoni) Dai guardi dubbiosi, dai pavidi volti, ... Traluce de’ padri la fiera virtù.
Pavefatto: spaventato, terrorizzato.
Paventoso: che prova spavento, timore.

Avverbio

Pavidaménte, con pavidità: comportarsi, mentire pavidamente.

Sinonimi

Paura, timore, spavento, panico, angoscia, ansia, preoccupazione, apprensione, batticuore.

Contrari

Coraggio, audacia, calma, serenità, tranquillità.

La cultura a portata di mano

Estrìnseco

Dal latino: extrinsĕcus = di fuori, composto da "extrim" = affine a extra - e "sĕcus" = appresso (dal tema "sequi" = seguire)

Significato
  1. In filosofia, detto di ciò che non entra nell’essenza dell’essere o nella definizione di un’idea, sempre in antitesi a intrinseco: principio estrinseco, quello che agisce dal di fuori.
  2. Nel linguaggio comune, di qualsiasi cosa che non appartiene sostanzialmente o non è direttamente ricavata dal soggetto, che è solo esterna: l’aggravamento del male è dovuto a ragioni estrinseche; qualità, pregi, difetti estrinseche; giudicare secondo criteri estrinseci; la forma esteriore. 
  3. In anatomia, muscolo estrinseco e muscolatura estrinseca, di muscolo e di muscolatura preposti alla mobilità di un organo in toto, che vengono in tal modo distinti dai muscoli che fanno parte della compagine dell’organo stesso: i retti e gli obliqui sono i muscoli estrinseci dell’occhio. 
  4. In fisica, semiconduttore estrinseco, un semiconduttore puro (come tale, intrinseco) nel quale siano stati immessi, come impurezze, atomi donatori oppure accettori di elettroni.
Verbo

Estrinsecare: Manifestare, esternare i propri pensieri, sentimenti e simili. Estrinsecare un desiderio; Anche con specificazione del destinatario: Estrinsecare una perplessità ai colleghi; Non fate danni nell'estrinsecareEstrinsecarsi cioè manifestarsi in modo chiaro ed evidente, esprimersi. State estrinsecando la vostra gioia.

Aggettivo

Estrinsecato: Di qualcosa che si è Manifestato, Esternato

Sinonimi

esteriore, esterno; estraneo, marginale, superficiale

Contrari

immanente, interiore, interno, intrinseco, sostanziale, essenziale

La cultura a portata di mano

Insipiente

sciocco

Etimologia

Dal latino: in = negazione; sapiens/pientis = sapiente.

Significato

Di persona ignorante e sciocca, ma che presume di sapere, che vive nell’ignoranza e non si cura di illuminare il proprio spirito. Mediocre, insignificante, dappoco, di poco valore. Letteralmente: è sinonimo di sciocco, stolto, e indica spesso uno stato di sordità intellettuale e di cecità morale.

Avverbio

Insipientemente: (raro) scioccamente.

Sostantivo

Insipienza: qualità di chi è insipiente.

Sinonimi

Ottuso, povero di spirito, sciocco, stolido, stolto, stupido.

Contrari

Intelligente, saggio, sapiente, savio.

 

Contezza

Etimologia

Dal latino: cognitus, derivato di "cognoscere" nel significato di conosciuto, participio passato, conto. Sostantivo.

Significato

Conoscenza, cognizione, informazione: (Dante) queste parole m'eran sì piaciute, / ch'io mi trassi oltre per aver contezza / di quello spirto, onde parean venute.
Avere, prendere, ricevere contezza di qualcuno, di qualcosa, venirne a conoscenza.
Chiedere contezza di qualcosa, informarsi.
Dare contezza, far sapere, dare notizia.
Darsi contezza di qualcosa, darsene ragione, rendersene conto.
Dare contezza di sé a qualcuno, rivelare il proprio animo, il proprio carattere.
Anticamente: familiarità, confidenza, amicizia: (Sacchetti) aveva contezza con le donne de' cavalieri.

Sinonimi

Consapevolezza, coscienza, conoscenza, cognizione, informazione.
Familiarità, confidenza, amicizia.

Contrari

Incoscienza, inconsapevolezza.

donna pettinata e truccata con stile androgino, non si capisce se è uomo o donna

Andrògino

Etimologia

Dal greco: andròghinos, composto da: anèr-andròs = "uomo" + ghiné = "donna".

Significato
  1. In biologia, sinonimo di ermafrodito, individuo partecipe cioè dei due sessi. 
  2. In senso figurato androgino: che ha aspetto fisico e comportamento con caratteristiche proprie di entrambi i sessi: una figura, una bellezza androgina
  3. In botanica, fiori androgini, fiori monoclini i cui pistilli vengono fecondati dal polline dello stesso fiore; pianta androgina, sinonimo di pianta monoica.
  4. Andògino era un essere mitologico che rappresenta, in varie religioni e civiltà, la perfezione originaria dello stato primordiale felice, prima della caduta.L'uomo originario, cioè l'Adamo celeste, è maschio e femmina insieme.
  5. Nel mondo della moda la fantasia dei fashion designers non è più frenata dal rigore di creazioni pensate solo "per lui" o "per lei", ma possono sbizzarrirsi su corpi androgini, che possiedono coeve caratteristiche unisex. Gli stilisti annoverano nella propria scuderia girls dall'aspetto mannish e gentlemen emaciati decisamente girlish.
Sostantivi
  • Androginìa: in biologia, anomalia dello sviluppo sessuale dell’uomo caratterizzata da ermafroditismo. Sinonimo di omosessualità maschile passiva.
  • Androginòforo: in botanica, prolungamento del ricettacolo fiorale, in forma di colonna che sorregge gli stami e il pistillo.
  • Androide
    1. Automa con aspetto umano.
    2. In medicina, che presenta caratteri di tipo maschile.
Sinonimi

Ermafrodito, bisessuato, bisessuale, ambiguo, bisex.

Contrari

Unisessuale, unisessuato. (Botanica) Monoclino.

Pagina 4 di 172

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi1026
Ieri1743
Settimana Scorsa6904
Mese Scorso39544
Da Gennaio 2015867371

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out