NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Che vuol dire?

Che vuol dire?

Il dizionario della lingua italiana è costituito da più di 160.000 parole (con quelle tecniche e di ambiti specialistici si sale ad oltre 250.000 parole); una tale ricchezza di contenuti permette di classificare le parole in base a differenti criteri tra cui quello legato alla difficoltà di comprensione. Una parola difficile è un termine particolarmente complicato che mette alla prova la bravura e la cultura di chi tenta di individuarla.

Questa rubrica darà soddisfazione ai tuoi dubbi sulle parole difficili o insolite. Inviaci una richiesta specifica, la risposta sarà pubblicata.

Lenìre

Dal latino: lenīre; da lènis = lieve.

Significato
  1. Lenire vuol dire calmare, mitigare una sofferenza, un dolore morale o fisico.
  2. In senso figurato indica il rendere meno aspro, meno duro, quindi più leggero, più lieve e ha un ambito di applicazione più ampio rispetto al solo dolore (una notizia, la collera, il carattere e simili) attenuare, calmare: dentro il tuo petto eterne risse Ardon che tu né sai né puoi lenir (Carducci). 
  3. Participio presente: leniènte; ella terse con man leniente le lacrime (D’Annunzio); 
Sinonimi

Diminuire, alleviare, attenuare, sollevare, calmare, tranquillizzare, addolcire, placare, mitigare, sedare, sopire, confortare, consolare.

Contrari

Aumentare, aggravare, intensificare, accentuarem acutizzare.

Compitazione

Dal latino: computare = calcolare, sillabare.

  • Leggere lentamente, distinguendo e pronunciando separatamente i vari suoni di cui sono formate le parole o dividendo le sillabe: compitazione di una parola straniera; può fare la compitazione del suo cognome?
  • Per estensione, leggere male, con stento: la bambina comincia a compitare qualche parola; leggeva compitando e nessuno lo capiva.

La cultura a portata di mano

Nèmesi

Etimologia

Dal greco: "nèmesis" punizione, derivato del verbo "nèmein" distribuire. Sostantivo.

Significato

Nèmesis è la personificazione nella mitologia greca e latina della giustizia distributrice.
Evento, situazione negativa che si presume debba seguire periodi eccessivamente fortunati a titolo di giusta compensazione: la campagna di Russia fu la nemesi di Napoleone.
Nemesi storica: giustizia riparatrice di torti e delitti non nei responsabili, ma nei loro discendenti.

Sinonimi

Vendetta, castigo, fato vendicatore, giusta vendetta.

Guitto

Etimologia

Forse dall’olandese: guit = briccone, furfante 

Significato
  • Meschino, che vive miseramente, ma più per sordidezza e trascuratezza che per vera povertà; anche sostantivato: vivere, o fare una vita, da guitto. 
  • Toscano:gretto nell’animo, avaro. 
  • Campagnolo abruzzese o marchigiano che andava a lavorare nell’Agro Romano o nella Maremma. 
  • Attore di infimo ordine, che recita in piccole compagnie girovaghe nei centri più piccoli, conducendo esistenza misera: una compagnia di guitti; fece tra i g. le sue prime esperienze di teatro; anche, attore comico scadente, da strapazzo
Sinonimi

Gretto, laido, meschino, miserabile, misero, piccino, povero, sordido, spregevole, vile.
Avaro, pidocchioso, spilorcio, taccagno, tirchio.
Attorucolo, istrione, saltimbanco.

Contrari

Liberale, magnanimo, munifico, nobile, ricco, splendido.
Generoso, largo, magnanimo, prodigo, altruista, liberale.
Star, vedette.

Blandire

carezzare

Etimologia

Dal latino: blandiri derivato di "blandus" carezzevole.

Significato

Allettare con parole carezzevoli, lusingare, favorire, assecondare; (Fogazzaro) contento di blandire il marchese ... per staccarlo un poco dal partito clericale. Rivolgere buone parole, trattare con modi blandi; (DAnnunzio) soccorre i piccoli infermi, li conforta, li blandisce; anche indicato per mitigare, lenire: blandire gli affanni, il dolore.

Aggettivi

Blando: temperato, mite, (Foscolo) il notturno zeffiro blando sui flutti spira; un blando rimprovero, una luce blanda.
Blanditivo: che tende a blandire, che blandisce.

Sostantivi

Blandizia: allettamento, lusinga, carezza, (Gozzano) nei begli occhi fermi rideva una blandizie femminina.
Blandimento: carezza, lusinga, (Dante) così vid’io quella luce risplendere a’ miei blandimenti.

Avverbio

Blandamente: in modo blando, o con azione blanda, cioè mite, delicata.

Sinonimi
  • Allettare, adulare, lisciare, lusingare, sviolinare, accattivarsi, assecondare, comprare, adescare.
  • Placare, addolcire, alleviare, attenuare, calmare, lenire, mitigare.
Contrari
  • Respingere, allontanare, ingiriare, insultare, maltrattare, offendere
  • Peggiorare, accentuare, acuire, acutizzare, esacerbare, esasperare, inasprire.
Pagina 5 di 172

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi396
Ieri872
Settimana Scorsa6031
Mese Scorso39544
Da Gennaio 2015860583

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out