NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Che vuol dire?

Che vuol dire?

Il dizionario della lingua italiana è costituito da più di 160.000 parole (con quelle tecniche e di ambiti specialistici si sale ad oltre 250.000 parole); una tale ricchezza di contenuti permette di classificare le parole in base a differenti criteri tra cui quello legato alla difficoltà di comprensione. Una parola difficile è un termine particolarmente complicato che mette alla prova la bravura e la cultura di chi tenta di individuarla.

Questa rubrica darà soddisfazione ai tuoi dubbi sulle parole difficili o insolite. Inviaci una richiesta specifica, la risposta sarà pubblicata.

Autòctono

Etimologia

Dal greco: autòs = stesso; chtòn = terra

Significato
  1.  Autoctone quelle popolazioni che, per essere stanziate in un determinato territorio da epoca assai remota, si ritenevano nate dalla terra medesima (lat. terrigĕnae). Il termine equivale, per il significato, ad aborigeno e indigeno ed è usato, nel linguaggio letterario, anche in senso estens.: emblema della nobiltà a. (Carducci); in biologia, inoltre, è riferito anche a specie animali (e, alle volte, vegetali)
  2.  In psicologia, atto a., quello che rientra nel fenomeno generale dell’automatismo, ed è determinato da irritazione interna di centri nervosi, senza intervento di eccitazioni periferiche.
  3.  In geologia, giacimento minerario a., e, in pedologia, terreno agrario a., quelli i cui costituenti si sono originati nel posto in cui tuttora si trovano.
 Sinonimi

Aborigeno, indigeno, nazionale, originario, nativo.

Contrari

Alienigeno, allogeno, forestiero, alloglotto, straniero

Enòfilo

 Dal greco: òinos = vino; philos = amico.

Significato

E' un amante del vino che è impegnato professionalmente o per piacere a studiare il meraviglioso mondo del vino. Da non confondere con Enologo che si occupa di enologia, tecnica di produzione del vino e relativa industria, la disciplina che studia la preparazione e conservazione dei vini, il modo di correggerne i difetti.

Consèsso

Etimologia

Dal latino: "consìdere" star seduto.

Significato
  1. Adunanza di persone autorevoli, ragguardevoli. Consesso di senatori, giudici, avvocati; consesso di capi di stato nella sede dell'ONU a New York.
  2. In senso figurato, le persone così riunite; (Carducci) un consesso sorellevole delle letterature europee. 
Sinonimi

Assise, collegio, consiglio, adunanza, assemblea, riunione, seduta, congresso

 

Neòfita (o meno recentemente neòfito)

Dal greco: neòfytos = generato o germogliato di recente; composto da "nèos" = nuovo e "fyo" = produco, faccio essere, genero (generare).

Singolare maschile e femminile; Plurale Neofiti, Neofite.

Significato
  1. Colui che muove i primi passi all'interno di una qualsivoglia disciplina.
  2. Nella liturgia cristiana: colui che è stato battezzato da poco tempo, detto comunemente di adulti che, col battesimo, abbiano abbracciato la fede cattolica. 
  3. Nell’Impero bizantino: termine polemico e spregiativo per indicare i laici elevati direttamente al trono patriarcale.
  4. In botanica: di pianta naturalizzata in una determinata regione che si sviluppa e si propaga altrettanto bene quanto i componenti della vegetazione autoctona, senza l’intervento dell’azione umana.
Sinonimi

Iniziato, proselito, adepto, nuovo seguace, nuovo convertito, novizio, esordiente, principiante, recluta.

Esempi di utilizzo di Neofita nella lingua italiana
  1. Allora la neofita esorcista era per la prima volta impegnata in un'avventura in solitaria.
  2. Ha il caratteristico zelo dei neofiti.
  3. Sono i nuovi servitori della neofita aristocrazia europea.
  4. Il suo modo di parlare di basket ti fa innamorare di questo fantastico sport anche se sei un neofita.
  5. L'Italia è un Paese neofita in questo settore.
Neofita nelle altre lingue
  1. Inglese: neophyte [pronuncia niofait]; novice [pronuncia noves] (novizio, debuttante, neofita, apprendista, sbarbatello).
    Esempio: four-day cooking classes are offered to neophytes and experts. [corsi di cucina di quattro giorni sono offerti a neofiti ed esperti].
  2. Francese: néophyte [pronuncia néofìth].
    Esempio: Il a l'ardeur des néophytes. [Con l'ipeto del neofita].
  3. Tedesco: Neophyt [pronuncia niofut].
    Esempio: Staudenknöterich auszugraben, ein sich schnell ausbreitender Neophyt. [scavarsi la fossa, classico dei neofiti].
  4. Spagnolo: neófito [pronuncia neófido].
    Esempio: Con la ilusión de un neófito. [con l'illusione di un neofita].
  5. Cinese: Xīnshǒu [pronuncia siscou].
    Esempio: shǒu xīn shǒu bèi dōu shì ròu. [sia il palmo che il dorso della mano sono fatti di carne (entrambi hanno le stessa importanza)].
  6. Giapponese: Shinzanmono [pronuncia Shinzasha].
    Esempio: Yonjuì Rokusai no shinzanmono. [Yonjuì Rokusai non è uno sprovveduto].

Endògeno

Etimologia

Dal greco: endoghenès, composto di "èndon" dentro la casa, e "gheno" nato; nato in casa, indigeno. Aggettivo.

Significato
  1. In biologia: che proviene dall'interno dell'organismo; spore endogene: che si formano all'interno della cellula madre.
  2. In psichiatria: di disordine mentale, paranoia, schizofrenia.
  3. In geologia: detto di fenomeni geologici che avvengono all'interno del globo, o che, pur manifestandosi alla superficie, sono causati da processi interni al globo.
Sostantivo

Endogènesi: (biologia - geologia) generazione interna.

Sinonimi

Interno.

Contrari

Esògeno, esterno.

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi68
Ieri1058
Settimana Scorsa7066
Mese Scorso29922
Da Gennaio 20151184121

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out