NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Che vuol dire?

Che vuol dire?

Il dizionario della lingua italiana è costituito da più di 160.000 parole (con quelle tecniche e di ambiti specialistici si sale ad oltre 250.000 parole); una tale ricchezza di contenuti permette di classificare le parole in base a differenti criteri tra cui quello legato alla difficoltà di comprensione. Una parola difficile è un termine particolarmente complicato che mette alla prova la bravura e la cultura di chi tenta di individuarla.

Questa rubrica darà soddisfazione ai tuoi dubbi sulle parole difficili o insolite. Inviaci una richiesta specifica, la risposta sarà pubblicata.

Contezza

Etimologia

Dal latino: cognitus, derivato di "cognoscere" nel significato di conosciuto, participio passato, conto. Sostantivo.

Significato

Conoscenza, cognizione, informazione: (Dante) queste parole m'eran sì piaciute, / ch'io mi trassi oltre per aver contezza / di quello spirto, onde parean venute.
Avere, prendere, ricevere contezza di qualcuno, di qualcosa, venirne a conoscenza.
Chiedere contezza di qualcosa, informarsi.
Dare contezza, far sapere, dare notizia.
Darsi contezza di qualcosa, darsene ragione, rendersene conto.
Dare contezza di sé a qualcuno, rivelare il proprio animo, il proprio carattere.
Anticamente: familiarità, confidenza, amicizia: (Sacchetti) aveva contezza con le donne de' cavalieri.

Sinonimi

Consapevolezza, coscienza, conoscenza, cognizione, informazione.
Familiarità, confidenza, amicizia.

Contrari

Incoscienza, inconsapevolezza.

donna pettinata e truccata con stile androgino, non si capisce se è uomo o donna

Andrògino

Etimologia

Dal greco: andròghinos, composto da: anèr-andròs = "uomo" + ghiné = "donna".

Significato
  1. In biologia, sinonimo di ermafrodito, individuo partecipe cioè dei due sessi. 
  2. In senso figurato androgino: che ha aspetto fisico e comportamento con caratteristiche proprie di entrambi i sessi: una figura, una bellezza androgina
  3. In botanica, fiori androgini, fiori monoclini i cui pistilli vengono fecondati dal polline dello stesso fiore; pianta androgina, sinonimo di pianta monoica.
  4. Andògino era un essere mitologico che rappresenta, in varie religioni e civiltà, la perfezione originaria dello stato primordiale felice, prima della caduta.L'uomo originario, cioè l'Adamo celeste, è maschio e femmina insieme.
  5. Nel mondo della moda la fantasia dei fashion designers non è più frenata dal rigore di creazioni pensate solo "per lui" o "per lei", ma possono sbizzarrirsi su corpi androgini, che possiedono coeve caratteristiche unisex. Gli stilisti annoverano nella propria scuderia girls dall'aspetto mannish e gentlemen emaciati decisamente girlish.
Sostantivi
  • Androginìa: in biologia, anomalia dello sviluppo sessuale dell’uomo caratterizzata da ermafroditismo. Sinonimo di omosessualità maschile passiva.
  • Androginòforo: in botanica, prolungamento del ricettacolo fiorale, in forma di colonna che sorregge gli stami e il pistillo.
  • Androide
    1. Automa con aspetto umano.
    2. In medicina, che presenta caratteri di tipo maschile.
Sinonimi

Ermafrodito, bisessuato, bisessuale, ambiguo, bisex.

Contrari

Unisessuale, unisessuato. (Botanica) Monoclino.


Fustigare    La cultura a portata di mano

Etimologia

Dal latino: fustigare a sua volta da "fustis" bastone.

Significato
  • Battere con frusta, con verga o flagello; fustigare a sangue un detenuto.
  • In senso figurato: criticare o riprendere con estrema severità qualcuno o qualcosa; censurare il malcostume, censurare il comportamento di certi personaggi pubblici.
  • Come riflessivo: percuotersi con la frusta o verga, flagellarsi.
Sostantivo

Fustigazione: atto del fustigare, pena della frusta: un tempo si usava la pena della frusta.

Fustigatore: esecutore materiale della fustigazione. In senso figurato: chi denuncia e critica senza riserve la corruzione, il vizio.

Sinonimi

Frustare.
Esecrare, stigmatizzare, biasimare, censurare, condannare, deplorare, deprecare, riprovare.

Contrari

Decantare, esaltare, magnificare, osannare, apprezzare, elogiare, lodare.

Lenìre

Dal latino: lenīre; da lènis = lieve.

Significato
  1. Lenire vuol dire calmare, mitigare una sofferenza, un dolore morale o fisico.
  2. In senso figurato indica il rendere meno aspro, meno duro, quindi più leggero, più lieve e ha un ambito di applicazione più ampio rispetto al solo dolore (una notizia, la collera, il carattere e simili) attenuare, calmare: dentro il tuo petto eterne risse Ardon che tu né sai né puoi lenir (Carducci). 
  3. Participio presente: leniènte; ella terse con man leniente le lacrime (D’Annunzio); 
Sinonimi

Diminuire, alleviare, attenuare, sollevare, calmare, tranquillizzare, addolcire, placare, mitigare, sedare, sopire, confortare, consolare.

Contrari

Aumentare, aggravare, intensificare, accentuarem acutizzare.

Compitazione

Dal latino: computare = calcolare, sillabare.

  • Leggere lentamente, distinguendo e pronunciando separatamente i vari suoni di cui sono formate le parole o dividendo le sillabe: compitazione di una parola straniera; può fare la compitazione del suo cognome?
  • Per estensione, leggere male, con stento: la bambina comincia a compitare qualche parola; leggeva compitando e nessuno lo capiva.
Pagina 2 di 172

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi707
Ieri964
Settimana Scorsa8382
Mese Scorso38154
Da Gennaio 2015799810

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out