NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Che vuol dire?

Che vuol dire?

Il dizionario della lingua italiana è costituito da più di 160.000 parole (con quelle tecniche e di ambiti specialistici si sale ad oltre 250.000 parole); una tale ricchezza di contenuti permette di classificare le parole in base a differenti criteri tra cui quello legato alla difficoltà di comprensione. Una parola difficile è un termine particolarmente complicato che mette alla prova la bravura e la cultura di chi tenta di individuarla.

Questa rubrica darà soddisfazione ai tuoi dubbi sulle parole difficili o insolite. Inviaci una richiesta specifica, la risposta sarà pubblicata.

Un toro e il suo piccolo sono in un recinto pieno di neve. Il piccolo di toro dice:

Addiaccio

Sostantivo

Etimologia

Il termine addiaccio deriva dal latino adiacére = "giacere accanto".

Significato

Il termine è ingannevole: il fatto che dormire all'addiaccio significhi dormire all'aperto, e che quando si dorme all'aperto si debba spesso fare i conti col freddo, ci fa ricondurre intuitivamente l'addiaccio al ghiaccio. Idea non troppo peregrina, visto che in certi vernacoli toscani diaccio è proprio una variante di ghiaccio.

Ma fuor di locuzione l'addiaccio è un'altra cosa, e ci racconta un'immagine precisa e non direttamente collegata col freddo: descrive quel recinto dove il gregge viene tenuto per la notte, privo di ripari. Ed è l'assenza di riparo il fulcro di questa parola e della locuzione "all'addiaccio": perso l'ultimo treno, nella sera d'estate non è poi così tremendo dormire all'addiaccio; il rallentamento durante la scalata costringe a passare la notte all'addiaccio; e le truppe che si devono muovere in fretta stanno all'addiaccio senza montare il campo.

Alle volte si sente dire o si legge "all'agghiaccio": può essere visto come un errore naïf, un malapropismo, e in effetti non denota un discorso particolarmente sorvegliato; ma si tratta di una variante registrata, per quanto desueta e comunque derivata dall'adiacere latino.

il personaggio di profilo, ha un aspetto grottesco, con enormi organi genitali, particolarmente pronunciati nelle dimensioni del pene e del glande, simboli della forza sessuale maschile e nelle mani i simboli dell’istinto umano e della fertilità della naturaAffresco raffigurante Priapo ritrovato a Pompei origine circa 50-70 dopo Cristo - custodito nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Priapèo

Aggettivo e Sostantivo

Etimologia

Il termine Priapèo deriva dal greco πριάπειος [priàpeios] dal nome del dio Priapo πριάπειον (μέτρον) [preàpeion (mètron)]. 

Significato
  1. Come sostantivo Priapèo è un genere di poesia o componimento poetico.
  2. Come aggettivo è Priapèo tutto ciò che è relativo a Priapo, dio greco della fecondità sessuale maschile e della fertilità della natura.
  3. In letteratura è Priapèo ciò che ha carattere o significato fallico: sensualità p.; battendo la manca su la piegatura del destro braccio agitato col pugno chiuso a scherno priapeo (D’Annunzio).
  4. Nella letteratura greca e latina, era Priapèo un componimento poetico di carattere licenzioso e scurrile; in origine, il Priapèo era una sorta di mimo in onore del dio Priapo.
  5. Il Priapèo è un verso della metrica classica risultante dall’unione di un gliconeo e di un ferecrateo, divisi dalla cesura.

una bimba rifiuta un piatto di minestra

Propinare

Verbo, transitivo.

Etimologia

Il termine Propinare deriva dal greco propìnein = "bere alla salute", composto di pro- = "prima", in questo caso "a favore" e pìnein = "bere".

Significato

Il significato attuale di questa parola è principalmente negativo.

  1. Si propina qualcosa di nocivo, di sgradevole: propinare un vino scadente e inacidito.
  2. In senso figurato si propina qualcosa di sgradevole, truffaldino, che si deve subire: si possono propinare un sacco di fesserie sulla qualità di un prodotto da vendere, e a lezione il professore impietoso ci potrà propinare la lettura integrale di un'antichissima sentenza del Consiglio di Stato. Testo originale pubblicato su unaparolaalgiorno.it: https://unaparolaalgiorno.it/significato/P/propinare
  3. Bellissimo è però il desueto significato positivo cioè bere alla salute, fare un brindisi: quanto sarebbe di cuore propinare un vino prelibato; È bello propinare un dono sincero.; (V. Monti) il vide lo scaltro Ulisse, e ricolmato il nappo, al grande Achille propinollo.
Sostantivi
  1. Questo buon senso è mantenuto dalla propina, cioè il regalo, il compenso, l'onorario (specie offerto a professori, magistrati e avvocati).
  2. Propinatore è chi propina in senso positivo e negativo: propinatore di veleni.
Sinonimi
  1. Dar da bere, far bere, dare, somministrare
  2. (Per estensione) Appioppare, rifilare, affibbiare.

infografica del ciclo produzione - utilizzo - recupero - nell'economia circolare non ci sono rifiuti

Economia Circolare

Sostantivo

Etimologia

La locuzione Economia Circolare è stata derivata dali omonimi meccanismi presenti in alcuni organismi viventi in cui le sostanze nutrienti sono elaborate e utilizzate, per poi essere reimmesse nel ciclo biologico. I sistemi economici secondo l’economia circolare, dovrebbero imitare questo concetto di "ciclo chiuso" o "rigenerativo".
L’idea è nata nel 1976 in una rapporto presentato alla Commissione europea, dal titolo "The Potential for Substituting Manpower for Energy" di Walter Stahel e Genevieve Reday. Le applicazioni pratiche dell’economia circolare fanno però capolino, concretamente, su sistemi moderni e su processi industriali, solo negli anni '70.

Significato

L'Economia Circolare è un sistema economico pensato per essere autonomo che gioca con due tipi di flussi di materiali, quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera.
Ponendosi come alternativa al classico modello lineare, l’economia circolare promuove una concezione diversa della produzione, del consumo, dell'energia, dei beni e dei servizi. Tanto per cambiare l’Olanda può essere considerata la culla dell’economia circolare.

Principi Fondamentali

L'economia circolare si fonda su tre pilastri:

  1. Riscoprire i giacimenti di materia scartata come fonte di materia, limitando quanto possibile il processamento.
  2. Fine dello spreco d’uso del prodotto (unused value), prima ancora di essere scartato.
  3. Fermare la morte prematura della materia.

Una piattaforma interattiva europea per lo scambio di documenti e buone pratiche

La Commissione europea ha lanciato un nuovo sito web per l’economia circolare che funge da luogo di incontro virtuale di tutti gli stakeholder, in cui interagire per rafforzare lo scambio di informazioni, best practice e knowledge sul tema.

La piattaforma permette di cercare esempi, interagire con altre parti interessate e condividere le proprie buone pratiche ed eventi sull’economia circolare.

È possibile caricare la propria iniziativa e/o attività compilando il seguente modulo online.

Maggiori informazioni sulla piattaforma sono disponibili al seguente link.

la foto di un capitello raffigurante una giovan donna che regge la parte sovrastante della colonnaEva cavalca il serpente tentatore su un capitello della Chiesa abbaziale di Santa Maria Laach.

Misògino

Aggettivo e sostantivo

Etimologia

Il termine Misògino deriva dal greco misògynos composto da mìsos = "odio" e gyné = "donna".

Significato
  • Il senso generale si dice Misògino di persona che sfugge le compagnie femminili e mostra disinteresse oppure repulsione, disprezzo nei confronti della donna. Anche se più comune negli uomini, la misoginia viene praticata anche da donne contro altre donne o addirittura verso se stesse. Nelle forme più lievi questo sentimento deriva da anni di società patriarcale e da alcuni atteggiamenti di aslcune religioni.
  • Nella sua forma patologica invece la Misòginia può assumere forme più gravi come il pensare che le donne possano essere solo o madri o di facili costumi. Nella sua espressione più deteriore, la misoginia porterà la persona a odiare apertamente le donne per il solo fatto di essere tali. Alcuni maniaci sessuali rientrano in tale categoria. La misoginia patologica si può tuttavia esprimere anche con l'odio verso le sole prostitute, lesbiche o verso le persone transessuali, quest'ultima patologia prende il nome specifico di Transmisòginia.
Aggettivo

Misògino è per estensione ciò che rivela misoginia: atteggiamento misogino; la letteratura misogina medievale.
Misoginismo: (raro) misoginìa.

Sinonimi

Antifemminista, fallocrate, maschilista.

Contrari

Femminista, misantropo.

Pagina 2 di 173

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi54
Ieri773
Settimana Scorsa6099
Mese Scorso26112
Da Gennaio 20151323640

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out