NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

[Capodanno] conosci etimologia, significato e curiositĂ ? #CheVuolDire

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dua calici brindano con un fondo di fuochi d'artificio

Capodanno

Sostantivo

Etimologia

Il termine Capodanno deriva dal latino, è composto da caput = "principio" + anni = "anno".

Significato

Capodanno è il primo giorno dell'anno. Nel mondo moderno cade il 1º gennaio del calendario gregoriano in uso ai fini civili in alcune parti del mondo e nella larghissima maggioranza degli stati è un giorno di festa.

CuriositĂ 

Il calendario sardo, come molti altri di derivazione agricola e legati al ciclo dei lavori nei campi, cominciava a Settembre.

  1. Settembre in Lingua Sarda è chiamato in modo simile in tutte le varianti Cabudanni, Cabidanni e Cabudanne: tale termine deriva appunto dal latino caput anni, ovvero inizio dell’anno.
  2. Ottobre in Lingua Sarda è invece chiamato in modi differenti a seconda delle zone geografiche. Al sud si chiama Mes”e Ladàmini, mentre al centro nord prevale la denominazione Santuaine: la prima richiama su ladàmini, cioè il concime, e corrisponde a quella parte dell’anno in cui si concimavano i terreni; la seconda invece si riferisce all’importante festa di San Gavino Martire che si festeggia il 25 ottobre.
    A Ortueri e nel Mandrolisai il mese di ottobre è chiamato anche Santumiale.
  3. Novembre in Lingua Sarda è chiamato Donniassantu nel sud Sardegna mentre prevale la denominazione Santandria nel nord: la prima richiama la festività di tutti i santi, la seconda invece la festa del santo che cade il 30 del mese (Sant'Andrea). Sono attestati anche i nomi Mes”e de Santu Sadurru e Mese de sos mortos.
  4. Mes”e Idas e Nadali, Nadabi, Nadale sono invece i nomi più diffusi per Dicembre: il primo richiama la denominazione latina delle Idi, il secondo invece si riferisce alla festa del Natale e deriva dalle dies natalis latine. In Campidano è presenta anche la forma Mes”e Paschixedda dal nome del Natale in campiadanese, Paschixedda appunto.
  5. Gennaio è detto Gennàrgiu Gennarxu, Bennalzu, Bennarzu, Ennalzu: deriva dal nome dal mese latino Januarius o Giano.
  6. Febbraio invece si dice FriĂ rgiu, FreĂ rgiu, Friarxu, Frealzu, Frearzu: deriva dal nome latino del mese denominato Februarius.
  7. Marzo è detto Martzu, Maltu, Martu e deriva dal nome del dio romano della guerra Marte.
  8. Aprile si chiama Abrili, Arbili e Abrile e deriva da Aprilis che probabilmente a sua volta deriva dal nome della dea etrusca Aprul.
  9. Maggio è chiamato Maju e deriva dal mese di Majus romano: è dedicato alla dea madre italica, simbolo di prosperità e abbondanza.
  10. Giugno è chiamato Mes”e Làmpadas: is làmpadas o làntias sono le lampade o meglio le luci che venivano accese in occasione della Festa di San Giovanni, una delle più importanti ricorrenze sarde.
  11. Luglio è detto Mes”e Argiolas, Orgiolas, e Mes”e Trìulas, ma anche Mes”e su Cramu: i primi due nomi richiamano i lavori agricoli legati al ciclo del grano, in quanto s’argiola è l’aia mentre il verbo triulai significa trebbiare. Il terzo nome richiama l’importante festività della Madonna del Carmine.
  12. Agosto è invece Austu che deriva dal mese Augustus dedicato all’imperatore Ottaviano Augusto.
Letto 1856 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi911
Ieri1061
Settimana Scorsa7762
Mese Scorso30720
Da Gennaio 20151598946

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out