NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Martedì, 07 Agosto 2012 02:00

Attenzione al tè freddo se si soffre di calcoli renali

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

te freddo

Soffrite di calcoli renali? Allora attenzione a non esagerare con il consumo di tè freddo. A mettere in guardia è una ricerca portata a temine dalla statunitense Loyola University.
Secondo lo studio l'assunzione eccessiva di tè freddo aumenta il rischio di sviluppare i fastidiosi calcoli renali. (continua)

L'estate è il periodo in cui si registra un picco di consumo di questa gradevole bevanda, ma attenzione perché è ricca di ossalato di calcio, la sostanza responsabile della creazione dei calcoli.
John Milner, che ha guidato la ricerca, ha spiegato che per le persone che hanno la tendenza ad avere i calcoli ai reni il the freddo è la bevanda peggiore".
Il tè caldo, pur contenendo la stessa quantità di ossalato, non si riesce a consumarlo in misura tale da creare dei problemi, mentre in estate il tè freddo è tra le bevande preferite che sostituiscono spesso l'acqua.
"Non a caso l'85% del the bevuto negli Usa è freddo", ha aggiunto Milner.
La formazione di calcoli al rene è dovuta alla scarsità di liquidi, ecco quindi l'importanza del bere. Ma se il consumo di tè freddo diventa eccessivo, il livello di ossalato si alza a tal punto che la sostanza non riesce più ad essere sciolta. Ecco quindi la formazione di cristalli che si depositano nel rene.
Quindi, secondo il ricercatore, d'estate è importante reintegrare i fluidi persi con la sudorazione. E per fare ciò è meglio l'acqua, ancor di più se con un'aggiunta di "limoni veri" spremuti che "contengono molto citrato, che invece inibisce la crescita dei calcoli".

Letto 6267 volte Ultima modifica il Martedì, 07 Agosto 2012 14:16
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi585
Ieri1731
Settimana Scorsa12406
Mese Scorso43991
Da Gennaio 20151700560

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out