NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Medicina & Salute

Medicina & Salute

La comunicazione della salute promuove la salute stessa. La prevenzione è l'insieme di interventi finalizzati ad impedire o ridurre il rischio (ossia la probabilità) che si verifichino eventi non desiderati ovvero ad abbatterne o attutirne gli effetti in termini di morbosità, disabilità e mortalità.

Guardare alla persona come centro dell'intervento di prevenzione, significa saperla leggere nel contesto in cui si trova, collocandola in una situazione dinamica di relazioni con le altre persone, ma anche con agenti biologici, chimici e fisici presenti nell'ambiente, e con le strutture abitative, ricreative, lavorative frequentate.Secondo una tale visione, la prevenzione non può dunque pensare a singoli interventi che riguardano la singola persona, ma deve mirare, nella strategia complessiva, a far sì che tutto quanto circonda e, in certa misura, compenetra la persona, possa concorrere al suo benessere.

Questo significa saper collocare ogni singola azione in un contesto complessivo, del quale si ha piena padronanza (attraverso gli indicatori epidemiologici), rispetto al quale si definiscono gli obiettivi (scegliendo le priorità verso cui indirizzare le risorse in base a criteri dichiarati) e nel quale si mettono in atto le azioni adeguate (sulla base delle evidenze di efficacia). La prevenzione collettiva prevede, dunque, interventi finalizzati ad affrontare problematiche sanitarie di rilievo quali-quantitativo, con interventi rivolti sia alla persona (come screening, vaccinazioni, educazione sanitaria), sia agli ambienti di vita e di lavoro (come controlli nel settore alimentare, delle acque potabili, prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali).

Questa rubrica è dedicata alla Medicina, Salute e Benessere. Vengono affrontati temi di medicina per fornire informazioni sui vari aspetti della salute, alla prevenzione, dai sintomi delle malattie più diffuse alle possibili cure, dagli interventi di chirurgia estetica ai problemi psicologici.

Le informazioni contenute in questo rubrica non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

in primo piano una fragrante pizza nera

Avete già assaggiato una fragrante pizza nerissima? No, non nera ma "nerissima"!
Come non lo sapete? È la grande novità del 2015: prodotti con il carbone vegetale attivo.
Certo, come al solito è anche un po' moda, ma siccome "fa sicuramente bene", giù tutti a ingurgitare la scura novità. Nelle pizzerie addirittura, qualche esercizio ha sostituito il vecchio impasto integrale "nero", perché non va più.

Una vera e propria battaglia contro il meteorismo.
Certo, fin dalla comparsa di questi nuovi prodotti, c'era già qualcuno che si chiedeva se, il carbone attivo, rimanesse tale anche dopo la lavorazione e soprattutto la cottura. Nessuno si immaginava però, che come al solito, la realtà supera sempre la fantasia. 

Dopo aver prosperato qualche mese, infatti ecco che: il Corpo Forestale dello Stato sequestra in Puglia, pane, pizza, focaccia e bruschette al carbone vegetale, con la denuncia in totale di dodici panificatori. Non manca nemmeno il servizio "terroristico" di striscia la notizia.

Ma non è finita qui. La questione doveva rimbalzare ancora su internet.
Dopo aver sicuramente contribuito al successo dei prodotti nerissimi, non c'è niente di meglio del passaparola sui social per distruggere un mito. Prima si è diffusa la voce blanda che è solo una questione di normative europee, poi che è vietato l'uso di additivi nella panificazione, da qui al dubbio che il carbone potrebbe essere cancerogeno il passo è stato breve.

Quindi basta al nerissimo? Qualcuno nel dubbio, ha continuato a panificare. D'altronde le capsule di carbone vegetale le vendono in farmacia. Però i panificatori denunciati sono stati incriminati per truffa. Quale truffa? Pane, Pizza e Focacce al Carbone Vegetale fanno bene, sono illegali, oppure cancerogene? Facciamo chiarezza!

bugs bunny un coniglio personaggio cartoni animati creato dai notissimi Hanna-Barbera Walt Disney mangia sempre carote

Le carote possono migliorare la fertilità maschile. In uno studio che ha comparato gli effetti di frutta e ortaggi sulla salute dello sperma è stato scoperto che sono proprio loro a garantire i migliori risultati. La ricerca è stata condotta presso la Harvard University e si può leggere su Fertility and Sterility.


Rimedi naturali contro l'insonnia

L'insonnia è la mancanza di sonno dovuta ad un disturbo nei meccanismi nervosi che controllano il regolare svolgersi del ritmo veglia-sonno.
E’ capitato più o meno a tutti di sentire il proprio letto come un luogo di tortura piuttosto che un confortevole giaciglio … e per chi lo ha provato o lo prova è sicuramente una brutta esperienza.
Ecco tre semplici consigli per combattere questa patologia, che rende l’indomani un po’ intontiti, svogliati e sonnolenti, con metodi naturali senza ricorrere ai soliti medicinali:

 

E' vero che fa bene bere tanta acqua?

Puntualmente quando si parla di abitudini sane qualcuno ci ricorda che bere tanta acqua fa bene alla salute, e complici le riviste e il passaparola, siamo tutti convinti che non solo bisogna bere tanto anche quando non avvertiamo la sete o non ne abbiamo voglia, ma che bere tanta acqua ci aiuta a dimagrire e a combattere la ritenzione idrica, e di conseguenza anche la cellulite. Ma le cose stanno veramente in questo modo? Lo abbiamo chiesto al dott. Salvatore Badalamenti, nefrologo responsabile dell’Unità Operativa di Nefrologia in Humanitas.

Perché bere tanta acqua fa bene?

Bacche di Goji

E’ un piccolo arbusto che fa parte della famiglia dei pomodori, melanzane e peperoni, proveniente da molto, molto lontano: dalle montagne del Nepal, dell’Himalaya e della Mongolia, tuttavia, le Bacche di Goji sono giunte fino a noi, svelando anche all’Occidente le loro proprietà preziose per la salute e benefiche per l’organismo, in particolare quelle antiossidanti.

la descrizione è nella legendaSulla costa del mar rosso le alghe possono crescere tanto da assorbire tutta l'acqua e sembrare normali cespugli tra cui possono anche crearsi dei sentieri come in questa foto.

Da anni imperversa il web ed era da tutti ritenuta una bufala ma ora il progetto dei ricercatori di RetroSense è conferma e una prima sperimentazione clinica potrebbe partire già a novembre.

La bufale che gira da tempo: Nel punto in cui le acque del Mar Rosso si sarebbero aperte per far passare il popolo eletto, una strana alga di colore arancione, analizzata e testata si sta rivelando utile nella cura della cecità. Si parlava di super betacarotene da assumere per via orale.

Lo studio di RetroSense si basa invece sulle proprietà di una proteina fotosensibile, la Channelrhodopsin-2, derivante dall'alga microscopica Chlamydomonas reinhardtii. Questa proteina, proprio come l'occhio umano, reagisce agli stimoli luminosi ed è in grado di interfacciarsi con il cervello. Siamo parlando di medicine genetiche.

La terapia per la celiachia: la dieta

La celiachia è in continua espansione a livello mondiale, nonostante i dati in crescita, resta ancora molto da fare sul fronte delle diagnosi: infatti solo il 21% dei casi di celiachia vengono riconosciuti e adeguatamente trattati. Quali sono i sintomi chiave e quale il regime alimentare corretto seguire, unica vera terapia contro questa malattia?

In forma con le scale - Scala di Giacobbe
Scala di Giacobbe

Un esercizio semplice e quotidiano, che racchiude molteplici benefici. Una scelta che può diventare uno stile di vita, garantendo salute e benessere al nostro organismo.

Apparentemente lo sanno tutti, ma la realtà è che poche persone applicano davvero quelle regole semplici ed efficaci che aiutano a vivere più a lungo e meglio. Non fumare, curare l'alimentazione, fare esercizio fisico regolare e sottoporsi a controlli di diagnosi precoce: ecco i metodi oggi noti per prolungare la vita in pieno benessere.

Collezionisti, attenzione: il rischio è l’ossesione

L'accumulo di oggetti può scatenare diversi disturbi psicologici in chi è vulnerabile. Qualunque sia l'oggetto del desiderio, tutti i collezionisti condividono un rischio: secondo un'esperta dell'università di Granada, infatti, potrebbero sviluppare un disturbo ossessivo-compulsivo.

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi69
Ieri1062
Settimana Scorsa6035
Mese Scorso23451
Da Gennaio 20151159508

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out