NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Sabato, 16 Novembre 2013 09:48

#Salute: #Torcicollo e #MalDiSchiena nei #bambini: attenti a tablet, consolle e smartphone

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Due bambini giocano con i videogiochi

Stanno aumentando, nei bambini, i casi di mal di schiena e torcicollo a causa della sedentarietà dovuto ad un eccessivo utilizzo di videogiochi, tablet e smartphone. A dirlo sono i medici dell’Abmu (Abertawe Bro Morgannwg University) che hanno verificato come negli ultimi sei mesi sia addirittura raddoppiato il numero dei bambini che si sono rivolti a loro con i sintomi di queste patologie.

Il consiglio è sempre quello di invogliare i piccoli all’attività sportiva, di curare bene l’alimentazione e soprattutto di invitarli alla socializzazione fra pari. Infatti, un altro rischio che si nasconde dietro un uso incontrollato di strumenti elettronici con finalità ludiche, è quello dell’isolamento e dell’incapacità alla comunicazione.

I videogiochi poi vanno scelti con un occhio di riguardo se sono destinati ai bambini perché possono ritardare lo sviluppo psicologico dei bambini e possono avere anche ripercussioni in età adulta.

Da una ricerca australiana dedicata principalmente sull’impatto dei videogiochi sul cervello dei bambini è emerso che se il videogioco è violento può portare allo sviluppo di aggressività, ostilità o insensibilità e perdita di empatia.

La ricerca è stata condotta da Kate Highfield, dell’Istituto per la prima infanzia dell’università Macquarie di Sydney, e ha rilevato che l’85% delle applicazioni comprate per i bambini sono solo giochi di “comportamentismo”, che chiedono di ripetere un’azione o di ricordare semplici fatti. Tali compiti semplici e ripetitivi conducono a uno sviluppo neuronale di più basso livello.

Inoltre sarebbe un bene se la tecnologia e i media venissero valutati con più attenzione e i rischi presi sul serio anche dai professionisti sanitari. Dal canto loro i genitori dovrebbero limitare il più possibile l’uso di televisori e consolle per i giochi, sopratutto per quello che riguarda i giochi ripetitivi o i giochi violenti.

Per esperienza personale dico che ci sono giochi molto educativi e che sviluppano la coordinazione occhi mani, o che sviluppano l’ingegno, e che non ci dovrebbe essere una negazione totale da parte dei genitori, ma semplicemente delle regole da far seguire ai propri figli per non che passino le giornate attaccati ad uno schermo, però che ci sia anche questo momento di interazione con la tecnologia che ormai fa parte integrante della nostra vita.

Insomma a parer mio il giusto sta sempre nel mezzo, e i genitori devono essere presenti nei giochi dei figli, devono sapere a cosa stanno giocando, come funziona il gioco e valutare se è appropriato all’età del bambino.

Meglio una partita a pallone al parco, che unintero pomeriggio davanti alla TV a giocare, spesso da soli, ai videogames.

Letto 2229 volte Ultima modifica il Sabato, 16 Novembre 2013 09:57
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi597
Ieri1611
Settimana Scorsa11065
Mese Scorso34389
Da Gennaio 20151684680

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out