NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Modi di Dire

Modi di Dire

Questa categoria raccoglie voci relative ai modi di dire internazionali, della lingua italiana nazionale e dei dialetti regionali, registrati nel linguaggio di uso quotidiano, giornalistico e letterario.

Nella categoria sono compresi:

  • cliché linguistici e frasi fatte;
  • espressioni proverbiali;
  • locuzioni idiomatiche;
  • citazioni molto diffuse, divenute frasi di uso comune.

Scaricabarile oppure Scaricabarili (italiano)

Frequente l'espressione figurata fare a scaricabarile, di due o più persone che cercano di esimersi dai propri doveri o responsabilità, riversandoli l'una sull'altra. Di qui anche l'uso di uno scaricabarile di responsabilità e, riferito a persona, anche come femminile: essere una scaricabarile.

Origine

Scaricabarili è un gioco per ragazzi, consistente nel porsi schiena contro schiena seduti per terra e, tenendosi con le braccia incrociate e piegate, alzarsi a vicenda più volte. Imitazione del modo di sollevare i barili molto grossi nel mondo del lavoro.

Francese

se renvoyer la balle (pronuncia: so renvoje la ball)

Inglese

pass the buck (pronuncia: paass te bak)

Tedesco

einander die Schuld zuschieben (pronuncia: ainanda di sciuid zuscim) 

Pecora Nera (italiano)

L'espressione pecora nera si ritrova in diverse lingue ad indicare un elemento che si distingue in maniera negativa dal resto dei membri di un gruppo, ad esempio un membro della famiglia che ha imboccato una cattiva strada o che non soddisfa le aspettative degli altri componenti.

Origine

Per gli allevatori di bestiame la lana bianca è considerata particolarmente pregiata, perché facile da colorare. Per questo motivo, le pecore colorate vengono generalmente trattate in maniera separata oppure come spesso quelle nere escluse dalla tosatura.

Francese

brebis galeuse (pronuncia: brebi galos)

Inglese

black sheep (pronuncia: blak scip)

Tedesco

schwarze Schafe (pronuncia: swrze sciafe) 

Come salvaguardare tutti


E' un modo di dire con cui si intende salvaguardare con una decisione gli interessi dei soggetti salvaguardando ciascuno.
Nasce da un gioco di logica che sfida a trovare la soluzione, per trasportare al di là del fiume, dei cavoli, una capra e un lupo, avendo a disposizione una barchetta capace di trasportare solo una cosa per volta assieme al traghettatore.
La difficoltà sta nel non lasciare sulla medesima sponda la capra con i cavoli (altrimenti se li mangerebbe), né lasciare il lupo con la capra( altrimenti se la mangerebbe): Tu sapresti risolvere il gioco? Prova prima da solo senza guardare la soluzione che segue.

Toccare ferro (italiano)

L'espressione Toccare ferro ha il significato di fare scongiuri (Rito mediante il quale, pronunciando particolari formule oppure con delle particolari azioni, viene implorato un intervento soprannaturale diretto ad allontanare una forza malefica), accompagnato per lo più dal gesto concreto di stringere o toccare un pezzo di ferro per proteggersi dalla iettatura (influssi malefici) e dalle disavventure.

Origine

L'espressione Toccare ferro è l'abbreviazione dell'espressione completa toccare ferro di cavalloNel Medio Evo si inchiodava un ferro di cavallo alla porta per tenere lontano fattucchiere e streghe. L'origine di questa superstizione è inglese. Raccontano le leggende che un giorno il diavolo, sotto mentite spoglie, si presentò a san Dunstano che era un maniscalco, pregandolo di ferrargli il piede porcino. Il santo capì subito che il cliente era il demonio e lo trattò a dovere. Lo legò fermo al muro con una catena, gli forgiò un bel ferro a giusta misura e l'inchiodò a suon di martellate nella zampa del poco raccomandabile cliente. Inutilmente questo si mise a urlare ma il santo continuava a battere con violente martellate il piede della bestia che dovette darsi per vinta e chiedere pietà. Il santo maniscalco allora come contropartita della liberazione strappò al maligno la promessa di non entrare mai più in un luogo dove ci fosse un ferro di cavallo.

Curiosità

Ancora oggi il ferro di cavallo è ritenuto un portafortuna, specialmente se trovato in un sentiero con i chiodi ancora infissi. Anche un chiodo portato in tasca ha funzioni scaramantiche come il ferro. Un suggerimento a quelli che fissano il ferro di cavallo alla porta: fate attenzione che sia inchiodato con i due bracci verso l'alto e fissato con un numero dispari di chiodi, i quali devono solo reggerlo e non passare per i buchi che lo fissano allo zoccolo del cavallo. I chiodi devono essere arrugginiti.

Nella tradizione nordica invece di "toccare ferro" si dice "toccare legno". Va ricordato in proposito che il nome del legno in tutte le lingue celtiche è omonimo di scienza, di sapere, e gli alberi, specialmente la betulla, il melo, il tasso, sono presenti in tutta la simbologia della vita e della morte. La bacchetta di nocciolo è generalmente usata in magia per fare incantesimi e per combattere il male.

Francese

toucher du bois (pronuncia: tuscè du bua)

Inglese

to knock wood (pronuncia: th nok woud)

Tedesco

auf Holz klopfen (pronuncia: of holz klopfn) 

Pagina 2 di 3

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi46
Ieri1275
Settimana Scorsa9264
Mese Scorso25363
Da Gennaio 20151019214

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out