NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

un desueto gettone telefonico

Desueto

Etimologia

Dal latino: desuescere, composto da de = "non" + suescere = "avere l'abitudine", quindi "non avere più l'abitudine".

Significato

Desueto è l'elegante termine per il caduto in disuso, per l'atrofizzato, per l'obliato: sarà desueta una parola - pur finissima - che quasi nessuno rammenta più; sarà desueta una vecchia legge ormai inosservata, ineffettiva; sarà desueto un sentiero che ha cessato d'essere percorso - che porta alla cella di un eremita, o al cippo in memoria di morti scordati, di cui i rovi si stanno reimpadronendo, ma non per questo meno prezioso.
Certo, l'attualità è un valore importante e imprescindibile, ma alle volte ciò che viene dimenticato merita d'essere riscoperto.

Sinonimi

Inedito, infrequente, inusitato, raro.

Contrari

Usitato, comune, diffuso, frequente, normale, ricorrente.

Altro su Che vuol dire?

Foggia regolabile per calzature

Fòggia

Sostantivo. Termine desueto.

Etimologia

Dal latino: Fòggiare = dar forma a checchessia. Derivato da fòvea = fòssa, incavo che calza a pennello con qualcosa.

Significato

Fòggia è un termine desueto sostituito da Moda, è rimasto nel verbo Sfoggiare.

Significato:

  1. In generale la fòggia è: Forma, Figura, Configurazione d'una cosa; Maniera, Guida, Modo d'essere o di procedere; e in particolare, di vestire, secondo paesi o tempi (quel che oggi dicesi Moda); onde poi il senso di Abito, Vestimento.
  2. La fòggia è la maniera con cui una cosa è fatta, la forma in cui si presenta. Spesso riferito all’abbigliamento, all’acconciatura: maniera di vestire, di esprimersi esteticamente; vestire alla foggia americana, moderna.
  3. La fòggia è una larga fascia di panno che costituiva parte del cappuccio maschile (cappuccio a fòggia) in uso dal secolo 13° al 15°: partiva dal cerchio di panno (mazzocchio) che fasciava la testa, e scendendo per lo più lungo la guancia sinistra, o dietro la nuca, veniva lasciata cadere al massimo fino alle spalle, oppure si rimboccava nel mazzocchio, in modo da farla pendere appena.
Sinonimi

Aspetto, forma, figura, conformazione; moda, modo di vestire, stile.

Altro su Che vuol dire?
mosaico con varie sfumature di marrone descrizione nella didascaliaParticolare del mosaico nella cattedrale di Otranto raffigurante un un re, che la scritta posta accanto permette di identificare come Artù, a cavallo di un ariete, rappresentato in un gesto di sgomento di fronte all’improvviso assalto di un ferìno. Il mosaico si estende lungo l’intera superficie della navata centrale, nell’abside e nelle due ali del transetto. Datazione: 1163-1165.

Ferìno

Aggettivo. Termine desueto.

Etimologia

Dal latino: ferīnu(m)/fĕra = "fiera".

Significato
  1. Ferìno letteralmente è di fiera: orme ferine.
  2. In senso figurato, cuore, istinto ferìno, selvaggio, crudele: di una nudità e di uno squallore naturali e quasi ferini (Alberto Moravia).
  3. Ferìno per estensione è di animalesco: il viver zotico e ferino (Giacomo Leopardi).
Altro su Che vuol dire?

La cultura a portata di mano

Nanfa (o lanfa)

Aggettivo e Sostantivo. Termine desueto.

Etimologia 

Dall'arabo: nafha = "odore", "profumo".

Significato

La nanfa è un'acqua profumata estratta dai fiori di arancio per distillazione. (Boccaccio) Oricanni d'ariento bellissimi e pieni...qual d'acqua di fiori di gelsomino e qual d'acqua nanfa.

Come aggettivo: Acqua nanfa.

Altro su Che vuol dire?

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi175
Ieri976
Settimana Scorsa6904
Mese Scorso39544
Da Gennaio 2015862132

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out