NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

L'ottimismo
è una manifestazione dello slancio vitale
che ci aiuta a farci strada
a qualsiasi costo
fra le difficoltà

per andare verso il futuro.

Per corrugare la fronte
si mettono in movimento
ben sessantacinque muscoli.

Per sorridere
solo diciannove.

Allora,
almeno per economia,
sorridi!

 

 

 

Vorrei morire ucciso dagli agi;
Vorrei che di me si dicesse:
"Come è morto?"
"
Gli è scoppiato il portafogli"

 

 

 

L'età dell'uomo,
vista di dentro,
è eterna giovinezza
e primavera.

 

Nella vita,
contano soprattutto due cose:
la salute
e la voglia di lavorare.
Io ho la salute,
mia moglie, la voglia di lavorare.
Non abbiamo problemi!

Bisacce
Giove ce ne ha messe addosso due:
quella piena dei nostri vizi
ce l'ha posta dietro le spalle,
quella pesante dei vizi altrui
ce l'ha appesa davanti, sul petto.
Per questo motivo
non possiamo vedere i nostri difetti,
ma non appena gli altri sbagliano,
diventiamo censori

Chi trova un amico - trova un tesoro; 
chi trova un tesoro - trova tanti amici!

Abbiamo imparato a volare come gli uccelli,
a nuotare come i pesci,
ma non abbiamo imparato l'arte
di vivere come fratelli

L’Italia è terza al mondo per efficienza energetica, dopo Regno Unito e Germania. E’ questo il risultato del primo studio internazionale riguardante l’efficienza energetica e il risparmio energetico, condotto dall’American Council for an Energy-Efficient Economy (ACEEE), che ha analizzato le 12 principali economie del mondo. Dopo di noi, ci sono Giappone, Francia e l’Unione Europea nella sua totalità.

Il Rapporto dal titolo “2012 ACEEE International Agency Efficiency Scorecard” e reso noto alla stampa statunitense qualche settimana fa, ha stilato la seguente classifica:al primo posto il Regno Unito, al secondo la Germania e al terzo l’Italia. Poi vengono Giappone e Francia; al sesto posto a pari merito Unione Europea, Australia e Cina; al nono posto Stati Uniti e, infine, Brasile, Canada e Russia.

Risponde Luigi Caruso Problem Solving Tecnologico

Gli studi al riguardo sono tanti, il primo che ti voglio segnalare è del 2010 Third annual global improvement broadband study, in cui per la prima volta si compara lo sviluppo di una nazione con la qualità della banda internet, poi la più recente ricerca condotta da Arthur D. Little di Chalmers University of Technology ed Ericsson secondo questa analisi -presentata nell’ambito del Broadband World Forum del 2011 a Parigi- raddoppiare la velocità delle connessioni implica un aumento del PIL dello 0,3%, infine in questo articolo di Eleonora Bianchini su "il fatto quotidiano" si cita un'intervista al commissario europeo per l’agenda digitale Neelie Kroes e lo studio dell’osservatorio “I costi del non fare” redatto da Andrea Gilardoni della Bocconi di Milano; tutti sono concordi sul fatto che uno sviluppo della banda larga, faccia crescere il PIL e crei sviluppo economico. Si potrebbe addirittura affermare che maggiore è la banda, più la nazione è sviluppata in generale.

Pagina 197 di 197

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi324
Ieri1119
Settimana Scorsa8409
Mese Scorso43959
Da Gennaio 2015 (2.0)1886956

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out