NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

il Papa con la mano alzata ha la schiena curva, è un bell'uomo sempre sorridente

Papa Giovanni Paolo II nato Karol Józef Wojtyła

(Wadowice, 18 maggio 1920 – Città del Vaticano, 2 aprile 2005)
Karol Wojtyła è stato il 264º papa della Chiesa cattolica e vescovo di Roma, 6º sovrano dello Stato della Città del Vaticano, accanto agli altri titoli connessi al suo ufficio. Fu eletto papa il 16 ottobre 1978. In seguito alla causa di beatificazione, il 1º maggio 2011 è stato proclamato beato. Il 27 aprile 2014, insieme a papa Giovanni XXIII, è stato proclamato santo da papa Francesco.

Aforismi e Citazioni di Karol Wojtyła

  • Come al tempo delle lance e delle spade, così anche oggi, nell'era dei missili, a uccidere, prima delle armi, è il cuore dell'uomo.
  • Ricco non è colui che possiede, ma colui che dà, colui che è capace di dare.
  • Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro.
  • La fiducia non si acquista per mezzo della forza. Neppure si ottiene con le sole dichiarazioni. La fiducia bisogna meritarla con gesti e fatti concreti.
  • La pace non può regnare tra gli uomini se prima non regna nel cuore di ciascuno di loro.
  • La grandezza del lavoro è all'interno dell'uomo.
  • Nella notte di Natale, la Madre che doveva partorire non trovò per sé un tetto. Non trovò le condizioni, in cui si attua normalmente quel grande divino ed insieme umano Mistero del dare alla luce un uomo.
  • Non c'è pace senza giustizia, non c'è giustizia senza perdono.
  • Non c'è speranza senza paura, e paura senza speranza.
  • Al di fuori della misericordia di Dio non c'è nessun'altra fonte di speranza per gli esseri umani.

Una donna (probabilmente) di cui si intravedono solo le mani ben curate con le unghie corte, sta leggendo un !ibro davanti ad un camino acceso e con una coperta con le frange a righe scozzesi di colore beige sulle gambe

I libri ci fanno sognare, ci aiutano a sviluppare la nostra immaginazione. Tutto questo è molto romantico, in effetti, ma leggere un libro ha degli effetti reali sulla nostra mente. Un libro, infatti, fa accadere alcune cose nel nostro cervello: ci aiuta a diventare più empatici ma può succedere anche che pensi di aver sperimentato sensazioni ed esperienze che invece abbiamo solo letto. Ci credete?
Questo è lo studio proposto da Open Education Database...

una visione sfocata della tv con un telecomando in primo piano (invece a fuoco)

Generalista

Aggettivo

Etimologia

Il termine Generalista è derivato da generale = "generico" allo stesso modo in cui si declina qualcosa di specialistico. Deriva dal latino genus = "che appartiene a tutto il genere od ordine" nel senso del complesso dei caratteri essenziali e distintivi di una categoria.
Al contrario di quanto si afferma il termine Generalista nasce in medicina nel 1962, nel settore dei media il primo uso è invece del 1965.

Significato
  1. In medicina Generalista è il termine corretto per indicare il medico specializzando o specializzato in medicoina generale.
  2. Nel settore dei media, Generalista si dice di un portale, una radio, una televisione, un quotidiano, eccetera, che intende soddisfare le esigenze di un pubblico indifferenziato e si rivolge perciò a tutte le fasce di pubblico.
    Esempio trasmettendo sia programmi di informazione, sia programmi di intrattenimento, sia programmi di "fiction" (film, telefilm, telenovelas eccetera); più in generale, detto di media che non vogliono rivolgersi ad un pubblico selezionato.
  3. Generalista Si dice anche di una Banca che offre prodotti e servizi in grado di soddisfare qualsiasi tipo di clientela.
Sinonimi

Valido per tutti, universale.

Contrari

Tematico, specifico, specialistico, specializzato.

<!- potrebbe andare nel giorno primo bug -->

una lente di ingrandimento si fa strada tra mille righe di codice e scova uno scarafaggio

Debugging

Inglese - Pronuncia: dìbàgin.

Etimologia

Composto da de- = eliminazione + bugging (da bug = scarafaggio) - letteralmente "eliminazione degli scarafaggi".

Significato
  • Nel linguaggio dell’informatica, il debugging o semplicemente debug (dìbàg)  oppure in italiano debaggare è l'operazione di messa a punto di un programma, un’applicazione o di un sistema, consistente nella ricerca e nella correzione di difetti che impediscono il corretto funzionamento.
  • Nello spionaggio  il debugging è l'operazione di rimozione delle microspie, tracciatori o segnalatori di altro genere in un ambiente o un veicolo.
Aggettivo

Debaggato si dice di un un programma, un’applicazione o di un sistema sottoposto al processo di debugging.

Sostantivo
  • Debugger è l'eventuale strumento utilizzato per eseguire l'operazione di debugging.
  • Antidebugging oppure anti-debugging sono invece il sistema, le procedure, le tecniche che impediscono il reverse engineering.

una rana tranquilla nell'acqua calda di una pentola

La storia della rana bollita è un principio metaforico raccontato dal filosofo e anarchico statunitense Noam Chomsky, per descrivere una pessima capacità dell'essere umano (zombie) moderno: ovvero la capacità di adattarsi a situazioni spiacevoli e deleterie senza reagire, se non quando ormai è troppo tardi.

Sorridente con la barba bianca e occhiali tondi piccoli

Matthew Abram "Matt" Groening (ˈɡreɪnɪŋ)

(Portland, 15 febbraio 1954) è un fumettista e ideatore di cartoni animati statunitense, padre delle serie televisive I Simpson e Futurama, per le quali lavora attualmente come consulente creativo.

Aforismi di Matthew Abram

  • Quando si partecipa ad un evento sportivo quello che conta non è vincere o perdere. Quello che conta è quanto ti ubriachi.
  • Per quanto tu possa essere bravo in una cosa ci sono sempre circa un milione di persone che sono più brave di te!
  • D'accordo niente panico. Mi rifarò del denaro vendendo uno dei miei fegati. Posso sopravvivere con uno solo...
  • Se qualcosa è difficile da fare, significa che non vale la pena di farla.
  • Ci sono cose che tutto il suo denaro non potrà mai acquistare, ad esempio un dinosauro.
  • Bisogna essere in due per mentire: uno che mente e l'altro che sente.
  • Hai fatto del tuo meglio e hai fallito. La lezione è: non provare mai...
  • Che cos'è la mente? Non-materia. Cosa fa la materia? Non mente.
  • I rischi stupidi sono il motivo per cui vale la pena di vivere la vita!
  • Un reattore nucleare è come una donna: basta leggere il manuale e schiacciare il tasto giusto...
  • Tentare è il primo passo verso il fallimento.

nel fotogramma Omer annuncia la fine del mondo con un campanello e un cartello a sandwich

Con la trentesima stagione alle porte, la serie a cartoni animati [i Simpson] sono uno dei programmi più seguiti della tv mondiale

Il merito è senza dubbio anche degli sceneggiatori, che da anni si destreggiano nel trovare cose nuove e divertenti per continuare a soddisfare l’appetito dei fan, sia adulti che non.
Curiosamente, in questi voli pindalici, qualche volta, sembra siano riusciti persino a predire il futuro.
Gira una leggenda metropolitana, infatti, secondo la quale i Simpson abbiano in più di un’occasione anticipato la realtà, svelando fatti e situazioni verificatesi a distanza di anni nella vita reale.
Dallo scandalo dell’NSA all’avvento degli smartwatches, ecco le prove che i Simpson hanno immaginato il futuro con una precisione inquietante.

Skylane di Milano all'imbrunireDa sinistra la Torre Unicredit (distinguibile dal pennacchio appuntito), l'edificio multiplo alto al centro è la Torre Solaria, a destra, con le sue forme particolari, la Torre Diamante. In secondo piano, a sinistra della Torre solaria, in fondo spicca Palazzo Lombardia. (foto dearmilano.it)

Quando si parla di grattacieli, si pensa subito a New York o Singapore, ma anche l'Italia, soprattutto negli ultimi anni, si sta arricchendo di nuovi grattacieli, spesso sconosciuti. Seguendo lo spirito di questa giornata ne parlamo in occasione dello Skyscraper day. Il 3 settembre si celebra infatti la Giornata dei grattacieli, istituita in memoria dell’architetto Louis H. Sullivan nato in questo giorno nel 1856 (164 anni fa) e considerato il padre dei grattacieli.
In omaggio a questa giornata celebrativa, sveliamo le curiosità più importanti che forse non tutti conoscono sui grattacieli italiani...

bambino in patema d'animo (dal film

Patèma

Sostantivo maschile

Etimologia

Il termine Patèma deriva dal greco pàthos -> pathèma = "sofferenza".

Significato
  1. Il Patèma è la sofferenza morale, l'accorato cordoglio.
  2. Il Patèma d'animo è uno stato d'ansia, di timore.
Sinonimi

Passione, angoscia, paura, pena, pensiero, sofferenza, dolore, afflizione, turbamento, preoccupazione, affanno, tormento, ansia, apprensione.

Contrari

Allegria, gioia, serenità, sollievo.

Sembra un prete capelli scomposti corti e grigi il colletto dell'intimo bianco si intravede dal resto tutto nero

Alessandro Baricco

(1958 – vivente), scrittore, saggista, critico musicale, sceneggiatore e regista italiano.

Aforismi di Alessandro Baricco

  • Non c’è una definizione precisa della stupidità, però ce ne sono molti esempi.
  • La crudeltà è la virtù per eccellenza dei mediocri: hanno bisogno di esercitare la crudeltà, esercizio per cui non è richiesta la minima intelligenza.
  • Forse si muore in tanti modi, e ogni tanto mi chiedo se anche noi non lo stiamo facendo senza saperlo.
  • Commercializzazione spinta uguale perdita dell'anima.
  • Erano aspiranti lettori che non avevano mai aperto un libro.
  • Se una cosa vende molto, vale poco. L'adesione irrazionale a un principio del genere è probabilmente uno dei peccati capitali di ogni grande civiltà nella propria fase di decadenza.
  • Si imparano un sacco di cose, avendo la pazienza di farlo.
  • Si sono adattati, hanno corretto due o tre cose, e l'hanno fatto. Anche molto bene, bisogna dire.
  • Suonerà assurdo, ma niente di tutto quello che ho raccontato sarebbe probabilmente successo senza l'invenzione dell'aria condizionata.
  • Crescere, amare, fare figli, invecchiare – e tutto questo mentre anche siamo altrove, nel tempo lungo di una risposta non arrivata, o di un gesto non finito. Quanti sentieri, e a che passo differente li risaliamo, in quello che sembra un unico viaggio.
  • La gente fa così, è cattiva con quelli che perdono.
  • È uno specchio, questo mare. Qui, nel suo ventre, ho visto me stesso. Ho visto davvero.
  • Oggi la pace è poco più che una convenienza politica: non è certo un sistema di pensiero e un modo di sentire veramente diffusi.
  • Quel che di bello c'è nella vita è sempre un segreto... Per me è stato così... Le cose che si sanno sono le cose normali, o le cose brutte, ma poi ci sono i segreti, ed è lì che si va a nascondere la felicità.
Pagina 1 di 197

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi1
Ieri1186
Settimana Scorsa7563
Mese Scorso30186
Da Gennaio 2015 (2.0)2015144

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out