NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Luigi Caruso

Luigi Caruso

Freelance, creativo, specialista nella soluzione di problemi con l'ausilio della tecnologia, nell'ambito informatico ed elettronico in tutte le aree - civile, industriale e militare.

Opera dal 1978 nel settore Informatica & Internet; da oltre 10 anni in collaborazione con «Armando Testi Service» per fornire ai propri clienti -anche nella modalità chiavi in mano- soluzioni integrate -particolarmente- innovative e creative.
Attualmente ha creato e sta gestendo il progetto «WeEurope» come Noi-Europa che basa i suoi obbiettivi sulla doppia dicotomia:

  1. promozione del territorio e sostegno alle piccole imprese;
  2. locale e globale.

Inoltre opera da oltre 20 anni nel settore della Domotica, Building Automation e della Bio-Edilizia; da oltre 10 in collaborazione con lo «Studio Bilardo» per fornire ai propri clienti -anche nella modalità chiavi in mano- i seguenti servizi applicati a qualsiasi ambiente antropizzato:

  • migliorare la qualità della vita;
  • migliorare la sicurezza (nella sicurezza si intendono inglobati tutti gli aspetti: anti-intrusione (tradizionale e video); antincendio, anti-allagamento, anti-fughe gas, ausilio soccorso medico ecc.; ma anche di protezione antinfortunistica; e degli stessi fattori dannosi o potenzialmente tali delle tecnologie impiegate);
  • semplificare la progettazione, l'installazione, la manutenzione e l'utilizzo della tecnologia;
  • ridurre i costi di gestione;
  • convertire i vecchi ambienti e i vecchi impianti.

Per chi fosse interessato, questo è quello che considero il mio curriculum completo.

PS: Per la rubrica «il professore» spero di riuscire sia a spiegarmi che a dimostrare quello che dico, in caso contrario vogliate considerare la lettura come -semplicemente- la mia opinione

Sviluppato due anni prima per conto della Gillette 47 anni fa Francis Dorion lo brevetta cominciando l'era de: il primo lo solleva, il secondo...

Giorgia

Giorgia torna live con il nuovo album Dietro le Apparenze:

Memoro.org: viaggio alla scoperta della nostra memoria

Molti di noi probabilmente ricordano con piacere se stessi da bambini, accoccolati sulle gambe di un nonno, assorti, attenti a non perdere una parola delle storie che ci venivano raccontate. Queste, col passare degli anni, vengono comprese e ricordate come esperienze di vita vera, vissuta.
Venivano raccontate per insegnare quello che l'esperienza aveva portato ad imparare, perché fossero di esempio o per mantenere la memoria di vite vissute secondo usanze e valori di un'altra epoca. Per molti di noi l'importanza di queste esperienze si è svelata ed è cresciuta man mano che si diventava "grandi", quando abbiamo incominciato a capirne il vero valore. Capita allora di ritrovarsi alla ricerca, di inseguire quello che i "nostri vecchi" saprebbero raccontarci.

Prima che scompaia.

Giovedì, 06 Settembre 2012 02:00

I luoghi della memoria

I luoghi della memorial progetto «I luoghi della memoria» è stato costituito come progetto sistemico, declinato attraverso due dimensioni: geografica (i luoghi) e storico-culturale (la memoria).

L’elenco dei luoghi è vasto nel numero e articolato nella tipologia, come risulta dalla mappatura su territorio nazionale con i dati pervenuti dalle Soprintendenze ai Beni culturali. Di tutti quelli presenti ne sono stati individuati, secondo criteri ben precisi, alcuni che sono stati inseriti in questo progetto.

Giovedì, 21 Maggio 2015 02:00

I meccanismi della memoria

MemoriaUn tema di grandissimo interesse è comprendere come sviluppare la capacità di apprendimento, quali sono i meccanismi della memoria e dell'oblio. Questa conoscenza può aiutare a migliorare le nostre prestazioni professionali e i rapporti umani.

M come memoria. La memoria nella teoria sociale - Curatori Curatore: Grande & Affuso - edito da LiguoriDescrizione
Attraverso le voci di autori classici e contemporanei, il volume riflette su alcune questioni utili a definire la memoria nella teoria sociale. I vari saggi affrontano problemi come: il ruolo delle pratiche collettive e sociali nella formazione e trasmissione della memoria, i processi di selezione e di interpretazione che la riguardano, la sua portata critica, la cultura del ricordo e i rapporti tra memoria e mezzi di comunicazione.

Joint Venture

Inglese - Pronuncia : giòint vènciur.
In economia: Contratto con cui due o più imprese, anche appartenenti a stati diversi, si impegnano a collaborare nella realizzazione di un determinato progetto per suddividere i rischi e sfruttare le reciproche competenze (associazione temporanea di imprese).
Per estensione: Alleanza, collaborazione.

In alcuni vocabolari si può trovare la definizione di società mista (traduzione letterale -fuorviante- e senza scopo), spesso addirittura non seguita dalla necessaria spiegazione: in caso di incorporated joint venture (Pr.:inˈkoipereitid giòint vènciur) in cui i due soggetti vengono chiamati co-venturer (Pr.:ko vènciur), l'accordo, genera un soggetto giuridicamente indipendente. Questo terzo (un'altra società con una sua partita iva) può essere considerato -appunto- una società mista (unione delle prime). Qualora invece, il terzo soggetto non sia necessario, si dovrà parlare di unincorporated joint venture (Pr.:onˈkoipereitid giòint vènciur) oppure contractual joint venture (Pr.:konˈtrektsuel giòint vènciur).

La Joint-venture è un istituto diffuso nell'esperienza anglosassone, nel nostro ordinamento non si rinviene una disciplina organica ed unitaria del fenomeno -Raggruppamento temporaneo d'imprese- la nostra legislazione infatti si limita a regolare solo alcune forme tipiche di cooperazione temporanea, in determinati settori di attività. In particolare:

  • gli accordi di cooperazione internazionale per la produzione di opere cinematografiche;
  • la cotitolarità di concessioni per la ricerca e lo sfruttamento di giacimenti di idrocarburi;
  • le associazioni temporanee di imprese per la partecipazione agli appalti di opere pubbliche e di forniture pubbliche.

Quando due aziende confluiscono in un unico soggetto, si parla invece di fusione o di acquisizione in inglese corporate mergers (Pr.:còiperet meidze) or corporate acquisitions(Pr.:còiperet ekwizis'n).

Infine, una holding company (Pr.:houldin kompeni) invece è una società che possiede azioni o quote di altre società.

La cultura a portata di mano

Eccipiènte

Etimologia

Dal latino: excipíens-entis, dal verbo "excìpere" ricevere, composto di "ex" e "càpere" prendere. Aggettivo e sostantivo.

Significato

Si dice di sostanza innocua, senza alcuna attività farmacologica, che serve per mescolarla ad una sostanza attiva e quindi usarla nella forma voluta facilitandone la somministrazione.
Veicolo, vettore, via di trasmissione, mezzo di diffusione.

Sinonimi

Inerte
Amido di mais, amido di riso, lattosio, mannitolo, vaselina.

Contrari

Principio attivo.

Sabato, 03 Giugno 2017 02:00

#Barzellette #xBambini: I rifiuti

bambino che ride felice

Comizio per la campagna elettorale

Il politico: "Sapete qual è il futuro dei rifiuti?"
La folla: "No, ce lo dica lei!"
"Io rifiuterò, tu rifiuterai, egli rifiuterà ..." .

Manuale pratico di primo soccorso per cani e gatti - di Francesca Bellini Alessia Liverini Vincenzo Rosa - Editore: Aracne

Descrizione
Vivere con un cane o un gatto è un'esperienza che arricchisce la nostra vita e tutti noi ci auguriamo di non dover mai affrontare un incidente o una situazione traumatica che coinvolga il nostro animale. Purtroppo in anni di convivenza tali situazioni possono verificarsi e dobbiamo essere in grado di assistere il nostro pet senza farci prendere dal panico. E proprio la tempestività dell'intervento subito dopo un incidente che può assicurare la risoluzione del trauma.

donna stupita che ride

Alla cassa di un supermercato una signora anziana chiede un sacchetto di "vera" plastica per metterci i suoi acquisti

Continua a leggere...

Martedì, 04 Settembre 2012 02:00

Reggiseno macchiato

La secrezione è un sintomo frequente soprattutto in donne di età compresa fra i 30 e i 50 anni e quasi sempre legato ad una condizione benigna. 
A volte è l'unico sintomo clinicamente rilevabile in mammelle per il resto asintomatiche.
Una modesta secrezione è spesso fisiologica o legata a fenomeni infiammatori temporanei.

Se invece la secrezione è continua o sieroematica può essere dovuta alla presenza di un papilloma (lesione benigna) o -raramente- di una neoplasia. 
In questo caso è bene ricorrere ad una visita specialistica. Anche la mammella maschile può presentare una secrezione.

REGGISENI & MANICI DI SCOPA di Sarah Mlynowski edizioni Sonzogno

Rachel ha quattordici anni e il suo problema più grave, come per milioni di coetanee, è la mancanza di seno. Questa condizione è resa ancora più penosa dal fatto che sua sorella Miri, di soli dodici anni, è già molto più formosa di lei.

Martedì, 04 Settembre 2012 02:00

Ecco il reggiseno in cui nascondere l'iPhone

Ecco il reggiseno in cui nascondere l'iPhone

L'idea è nata dai molti messaggi postati su Facebook in cui ragazze lamentavano di aver smarrito o rotto lo smartphone durante una serata trascorsa a ballare o in giro per locali.

pochi capelli occhiali naso ben visibile arrossato

Piero Ottone, pseudonimo di Pier Leone Mignanego

(Genova, 3 agosto 1924 – Camogli, 16 aprile 2017)
Piero Ottone è stato un giornalista e scrittore italiano.

Aforismi e Citazioni di Piero Ottone

  • Non sono gli errori a fare scandalo. Quel che preoccupa è la convinzione, sempre più diffusa, che le buone maniere siano un'anticaglia, e che non valga la pena di impararle.
  • Il giudice di ultima istanza è il pubblico; e il pubblico legge sempre meno. Il numero totale di copie vendute cala. In Italia, rispetto agli altri paesi, leggiamo poco. La stampa è in crisi. Le promozioni, a volte intelligenti, a volte strampalate, tentano invano di mettere un argine.
  • La stampa italiana funziona male: noi contribuiamo al degrado dispensando notizie con licenza di uccidere.
  • La stampa italiana funziona male ma anche la magistratura non funziona a dovere. Il male è diffuso, l'Italia non è un Paese del tutto civile, come ho avuto modo di scrivere. Ma noi contribuiamo al degrado dispensando notizie con licenza di uccidere.
  • Nelle aziende non c'è posto per la democrazia; e neppure per le forme di governo oligarchiche. Il capo dell'azienda è il monarca. Se ha una forte personalità, egli non si limita a prendere le decisioni importanti: imprime anche il proprio temperamento, le proprie peculiarità all'impresa, che finirà per somigliargli.
  • L'Italia è un paese disorganizzato, dissipatore, di mediocri tradizioni, in cui si vive meno bene che in altri paesi d'Europa o d'Oltreoceano.
  • Il decalogo del giornalista
    1. Scrivi sempre la verità, tutta la verità, solo la verità.
    2. Cita le fonti. Se la tua fonte vuole restare anonima, diffida.
    3. Verifica quel che ti dicono. Se non puoi verificare, prendi le distanze.
    4. Non diffamare il prossimo, ed evita le frasi del tipo: "Sembra che il tale abbia rubato...", "Si dice che il tal altro abbia ammazzato...".
    5. Non obbligare il lettore a leggere una colonna di roba prima che cominci a capire che cosa è successo.
    6. Non fare lunghe citazioni fra virgolette all'inizio di un "pezzo" senza rivelare subito chi sia il loro autore (il metodo non crea suspense, come forse crede il giornalista: dà solo fastidio).
    7. Non mettere mai fra virgolette, nei titoli, frasi diverse da quelle che sono state pronunciate.
    8. Evita le iperboli e le metafore di Pierino, come "bufera" ("il partito è nella bufera"), "giallo" ("il giallo di Ustica"), "rissa" ("ed è subito rissa fra x e y"), "fulmine a ciel sereno", "scoppiato come una bomba".
    9. Prima di scrivere nel titolo che "Londra è nel panico", va' a Londra e controlla se otto milioni di persone sono davvero uscite di testa.
    10. Non dire mai: "L'obiettività non esiste". È l'alibi di chi vuole raccontare palle.
  • Quel che non cambia è una caratteristica di questo mestiere: l'avvocato non decide, ma consiglia le decisioni altrui: non giuoca, ma assiste al gioco... è uno spettatore di prima fila alla recita della commedia umana... In certi momenti si sente forse attore lui stesso: la sua consulenza determina le decisioni dei protagonisti, ne diventa parte integrante. Ma poi vi sono, inevitabilmente, altri momenti, nei quali subentra la frustrazione di non poter decidere, perché il cliente agisce, come è suo diritto, in maniera autonoma.

la foto di un hard disk aperto si vedono tre dischi

Hard Disk (Drive)

Inglese, pronuncia: arv disk (dvraiv).

Etimologia

La locuzione hard disk è nata nel 1956 da parte dell'IBM per distinguere questo tipo di drive (hard = "rigido" e disk = "disco") da quello flessibile (Floppy Diskfloppy = "flessibile").

Significato

Un hard disk drive (HDD), hard disk, hard drive o in italiano disco rigido è un componente con la funzione di immagazzinamento dati, generalmente di grosse quantità, utilizzato da tutti i tipi di computer. Nonostante abbia superato i 60 anni, il sistema elettronico-elettromeccanico che utilizza uno o più piatti magnetici rigidi sovrapposti che girano ad altissima velocità in un ambiente sterile e sottovuoto, è ancora oggi il disco fisso più usato. La supremazia di questa tecnologia sta cedendo lentamente il passo ai nuovi drive SSD senza organi in movimento che utilizzano memoria allo stato solido non volatile. Da subito la nuova tecnologia ha sovrastato per velocità, tuttavia il sorpasso è previsto solo nel momento in cui saranno superati anche le capacità di memoria e i costi al megabyte si livelleranno.

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi73
Ieri972
Settimana Scorsa6193
Mese Scorso30462
Da Gennaio 2015 (2.0)1923143

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out