NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

Il 15 novembre 1971 arriva in commercio il primo microprocessore della storia

Federico Faggin, vicentino d'origine, viene assunto nel 1970 dalla Intel, quando quest'ultima è poco più di quella che oggi viene comunemente definita una "start up". Il progetto su cui viene coinvolto prevede la realizzazione di 12 chip per una nuova versione di calcolatrici Busicom (noto marchio giapponese). In tale ottica si rivela rivoluzionaria la "tecnologia MOS con porta di silicio" (in inglese silicon gate technology), messa a punto dal fisico italiano.

Il nuovo sistema consente alla società americana di fabbricare il primo modello di microprocessore, denominato "MCS-4" e in seguito 4004, lanciato sul mercato il 15 novembre 1971 (48 anni fa). Rispetto ai dispositivi odierni non c'è partita, ma per l'epoca è uno strumento d'avanguardia. Concepito per eseguire semplici calcoli matematici, il microprocessore Intel (nelle successive versioni 8008 e 8080) dimostra in poco tempo le sue infinite possibilità di applicazione.

Dai personal computer alle pompe di benzina, dai cellulari agli elettrodomestici, quel minuscolo aggeggio diventa il cervello elettronico di ogni dispositivo d'uso quotidiano. Premiato in tutto il mondo con riconoscimenti e titoli accademici, Faggin riceverà nel 2010 la "Medaglia nazionale per la tecnologia e l’innovazione", dalle mani del presidente USA Barack Obama.

Video

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi79
Ieri833
Settimana Scorsa6947
Mese Scorso29335
Da Gennaio 20151553747

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out