NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

è un uomo anziano occhiali grandi capelli bianchi radi spettinati

Vincenzo Gallo in arte Vincino

(Palermo, 30 maggio 1946 – Roma, 21 agosto 2018)
Vincino, pseudonimo di Vincenzo Gallo, è stato un vignettista e giornalista italiano.

Aforismi e Citazioni di Vincino

  • Non sparate sui bambini. Tanto muoiono lo stesso.
  • La sinistra ha una capacità censoria enorme. Se diventi una voce discordante, subito si fa il vuoto intorno. Ti cacciano. Gli amici non ti salutano. Sei un traditore, uno schifoso, uno stronzo, un pezzo di merda.
  • In tv litigano tutti. Poi, spente le telecamere, tutti amici.
  • Il giornalismo televisivo italiano è sempre così. Non ce n'è uno che in una intervista dica: "Guardi che lei ha detto una stronzata".
  • I telegiornali sono fatti per adulare. Sono dei teatrini. Avanspettacolo. L'unico che si salva è Emilio Fede perché l'avanspettacolo lo fa in maniera smaccata.
  • Le associazioni dei genitori cattolici spesso mi denunciano. Una volta pubblicai una vignetta in cui il Papa si alzava le sottane. Finii sotto processo a Civitavecchia. Il mio avvocato chiese di sentire come testimone il Papa. Mi prosciolsero all'istante.
  • Per un periodo frequentai l'Opus Dei. Avevo una relazione con una ragazza e lo raccontai al confessore. Lui disse che dovevo troncarla. Preferii troncare con l'Opus Dei.
  • Il mio disprezzo per i politici è enorme.
  • È sempre la stessa politica: sangue, merda e sopraffazione".
  • Il primo politico che ho disegnato è stato Vito Ciancimino.
  • Rimpiango i vecchi comunisti, anche se sono diventato anti comunista quando ho visto i carri armati dell'Unione Sovietica entrare a Praga.
  • Nella guerra civile spagnola, ammazzarono più anarchici i comunisti che i fascisti. Però, i comunisti erano uomini integri, duri, con i quali anche scontrarsi era un privilegio.

Marco Porcio Catone (Catone)

busto in marmo del persoaggio naso acquilino pochi capelliScrittore, politico e generale - vedi scheda...
(234 avanti Cristo - 149 avanti Cristo)

Versione latino

Rumores fuge, ne incipias novus auctor haberi: 
nam nulli tacuisse nocet, nocet esse locutum

Analisi del testo

Fuggi le chiacchiere, per non essere reputato un loro fomentatore:
a nessuno nuoce aver taciuto, nuoce aver parlato

Molto spesso si usa solo l'espressione abbreviata "Rumores fuge". Il motto si trova nel libro 1, captoli 12, del Dislicka de mortimi.

Anonimo

Facta, non verba

Fatti, non parole

Immagine generica per il latino a destra un oratore romano e la scritta latine loqui

Questa locuzione latina invita ad agire più che parlare. Sappiamo benissimo che è molto più facile parlare che operare infatti: "tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare".

Un fotogramma del film lesorcista, la bambina posseduta

Horror

Sostantivo, inglese, pronuncia horror.

Etimologia

L'anglicismo italiano Horror deriva dal latino horror = "orrido", "macabro".

Significato

L'horror e quel genere letterario o spettacolo cinematografico che mirano a provocare sensazioni di paura o di orrore. In particolare l'horror è il filone cinematografico del genere drammatico al quale appartengono quei film che abbiano come protagonisti personaggi orribili, spaventosi, oppure violenti e privi di ogni senso di umanità.

una donna in una posizione yoga anche denominata spaccata

Acquiescenza

Sostantivo

Etimologia

Il termine acquiescenza deriva dal latino acquiescere - quiescere = "riposare".

Significato
  1. Letteralmente l'acquiescenza è il consenso tacito, la remissività a una decisione.
  2. Per estensione l'acquiescenza è un atteggiamento passivo, remissivo.
  3. Nel linguaggio giuridico l'acquiescenza è una rinuncia implicita o esplicita al diritto di esercitare l'impulso processuale.
  4. Nel diritto tributario l'acquiescenza è un accordo, stipulato tra un ente impositore e un contribuente, con il quale il secondo rinuncia ad eventuali ricorsi mentre il primo considerati i costi onerosi risparmiati,  riduce di conseguenza le sanzioni.
  5. L'acquiescenza testamentaria è un concetto di diritto processuale civilistico con il quale si identifica la rinuncia di un legittimario leso o pretermesso a qualsiasi opposizione a quanto presente nel testamento del de cuius, tra cui l’azione di riduzione.
Sinonimi

Arrendevolezza, consenso, rassegnazione, remissività, tacito consenso.

Canova raffigura i due amanti mentre sono immersi in un momento di profonda intimità: i due sembrano aver perso il contatto diretto con la realtà, presentano le labbra socchiuse e i volti reclinati e si guardano dolcemente negli occhiAdone e Venere - particolare della scultura (clicca sull'immagine per ammirarla per intero) neoclassica di Antonio Canova, completata nel 1794 ed esposta al Musée d'Art et d'Histoire di Ginevra.

Aforismi e Citazioni sugli uomini 

  • Ci sono uomini eterosessuali... e uomini bisessuali e... uomini che non pensano affatto al sesso e allora fanno l'avvocato. Woody Allen
  • È meglio essere maschio, perché anche il maschio più miserevole ha una moglie a cui comandare. Isabel Allende
  • Gli uomini che sono andati a letto con la stessa donna, anche se non contemporaneamente, sono tutti imparentati fra di loro. Luciano Bianciardi
  • Gli uomini sui quaranta sono come le parole crociate del New York Times: difficili, complicati e non sei sicura di avere la risposta giusta.
  • Carrie Bradshaw Tre atteggiamenti fondamentali dell'uomo che corteggia una donna: il millantatore, quello che fa promesse, quello che implora la mamma. Elias Canetti 
  • Già, gli uomini. Quegli esseri troppo magri o troppo grassi, sempre con un brufolo al posto sbagliato, calvizie incipienti, gastroenteriti in agguato... senza contare il super io dilatato... l'ego troppo debole, le turbe sessuali, il complesso di inferiorità, quello di superiorità... Eppure li amiamo. Patrizia Carrano
  • Gli uomini hanno tutti cattive intenzioni. Carlo Cassola
  • Con l'avanzare dell'età, gli uomini non diventano più saggi. Perdono i loro capelli, questo è tutto. Francis Ford Coppola 
  • Questi uomini che non alzano la tavoletta, non abbassano la tavoletta, non tirano l'acqua, non chiudono il dentifricio: se non ci sapete andare, al cesso, state a casa vostra! Giobbe Covatta
  • Perché è cosi difficile trovare un uomo da sposare che sia fedele sensibile e intelligente. Il punto è che se è davvero fedele sensibile e intelligente, se l'è già sposato un altra!  Geppi Cucciari
  • Fallocrate: nome che gli impotenti danno agli uomini normali. Georges Elgozy
  • Noi maschietti possiamo fare i duri e i bulli quanto vogliamo ma siamo tutti, inesorabilmente, nati da donna. È orribile, se ci pensi. Massimo Fini
  • Un uomo con un grosso conto in banca non può essere brutto. Zsa Zsa Gabor
  • Non sono mai riuscita a essere amica di un uomo. Con le donne esci, con gli uomini scopi. Samantha Jones (Kim Cattrall), in Sex and the City, 
  • Ho esaurito gli uomini da scopare. Quindi o mi sposo o mi trasferisco. Samantha Jones (Kim Cattrall), in Sex and the City, 
  • Il vero uomo è un po' come l'apparizione di un UFO. Tutte un po' ci credono, tutte un po' ne parlano, ma nessuna giurerebbe davvero di averlo visto. Luciana Littizzetto
  • Gli uomini in casa sono come i peli in bocca: danno noia. Luciana Littizzetto
  • La vera bandiera italiana non è il tricolore, ma il sesso, il sesso maschile. Curzio Malaparte
  • L'uomo, nella sua versione maschile, si può considerare una struttura per sostenere i testicoli. Luigi Meneghello
  • Gli uomini hanno soltanto due cose per la testa: il denaro e l'altra. Jeanne Moreau
  • I fallimenti sentimentali sono dovuti al fatto che gli uomini vogliono andare a letto con la zoccola e svegliarsi accanto alla vergine. Efraim Medina Reyes
  • Signora, ma come, lei si spoglia così davanti a un uomo maschile? Totò
VenereLa Venere di Urbino, dipinta da Tiziano nel 1538 e custodita nelle Galleria degli Uffizi, Firenza.

Frasi argute e comiche sulle donne

  • La donna è la rovina dell'uomo ma resta il fatto che l'uomo senza la donna è rovinato. MARILYN MONROE
  • Il mondo sarebbe un posto di merda senza le donne. La donna è poesia. La donna è amore. La donna è vita. Ringraziale, coglione! CHARLES BUKOWSKI
  • Gli uomini vogliono che tutte le donne si stendano come puttane e si alzino come vergini. ISAAC BASHEVIS SINGE
  • La donna? Solo il diavolo sa cos'è. FEDOR DOSTOEVSKIJ
  • Le donne e gli elefanti non dimenticano mai. DOROTHY PARKER
  • Le donne non hanno niente da dire, ma lo dicono così bene! OSCAR WILDE
  • Il vero psicanalista delle donne è il loro parrucchiere. ENNIO FLAIANO
  • Le lacrime delle donne sono il condimento della loro malizia. PUBLILIO SIRO
  • Gli uomini sono donne che non ce l'hanno fatta. GROUCHO MARX

 Immmagine del personaggio bocca piccola tonda, capelli biondi ciuffo

Donald John Trump

(New York, 14 giugno 1946)
Donald Trump è un imprenditore, politico e personaggio televisivo statunitense, 45º presidente degli Stati Uniti d'America dal 20 gennaio 2017.

Aforismi e citazioni di Donald Trump

  • Il denaro non è mai stato una grossa motivazione per me, eccetto come sistema per tenere il punteggio. La vera eccitazione sta nel giocarsi la partita.
  • A volte nel perdere una battaglia trovi un nuovo modo di vincere la guerra.
  • Mi piace pensare in grande. Se stai per pensare una qualsiasi cosa, puoi benissimo pensarla in grande.
  • Posso aver già raggiunto il successo, ma imparo qualcosa ogni giorno.
  • Senza passione non hai energia, e senza energia non hai nulla.
  • Un po' più di moderazione sarebbe un bene. Naturalmente la mia vita non è stata esattamente una vita di moderazione.
  • Tutto nella vita è fortuna.
  • Invece di dare i soldi a Naomi, vestiamo sedici bambini del Kenia.
  • A volte i tuoi investimenti migliori sono quelli che non fai.
  • Il denaro non è mai stato una grossa motivazione per me, eccetto come sistema per tenere il punteggio. La vera eccitazione sta nel giocarsi la partita.
  • Mi piace creare delle star. Fino a un certo punto ho fatto questo con Ivana. Fino a un dato punto ho fatto questo con Maria. Ho davvero dato delle grandi opportunità a un sacco di donne. Sfortunatamente, dopo che sono diventate delle star, termina per me il divertimento.
  • Cerco di imparare dal passato, ma pianifico sempre il futuro, concentrandomi esclusivamente sul presente. Ecco dove sta il divertimento.
  • Sai una cosa buffa? Non vado d'accordo con la gente ricca. Vado d'accordo con la classe media e la povera gente più di quanto vada d'accordo con i ricchi.
  • Vi leggo [rivolto ai giornalisti]. Purtroppo. Se non lo facessi, vivrei vent'anni di più.
  • Penso che l'Islam ci odi. [...] C'è un grandissimo odio. Un grandissimo odio. Dobbiamo andare in fondo [alla questione]. C'è un incredibile odio nei nostri confronti. [...] Dobbiamo essere molto attenti. Dobbiamo essere molto prudenti. E non possiamo permettere a gente che ha questo odio per gli Stati Uniti di venire nel nostro paese.

Immagine di Bette Davis

Ruth Elizabeth Davis, detta Bette

(Lowell, 5 aprile 1908 – Neuilly-sur-Seine, 6 ottobre 1989)
Bette Davis è stata un'attrice statunitense. Il suo mito sarà per sempre legato al personaggio di Margo Channing nel film Eva contro Eva e comunque a quello di donne dal carattere forte.

Aforismi e Citazioni di Bette Davis

  • Il sesso è lo scherzo più grande che Dio ha fatto agli esseri umani.
  • Le mie passioni erano tutte unite assieme come le dita che formano un pugno. La determinazione è oggi considerata un’aggressione; allora io sapevo fosse uno scopo.
  • Nel 1972 ho girato un film in Italia, -Lo scopone scientifico-. Sarebbe stata una magnifica esperienza se non avessi dovuto recitare con un attore italiano che si chiama, se ben ricordo, Alberto Sordido.
  • Realizzare un sogno, poter sudare sul lavoro solitario, avere l’opportunità di creare, è il pane e companatico della vita. Il denaro è il condimento.
  • Il momento migliore che ho passato con Joan Crawford è stato quando l’ho buttata dalle scale.
  • Joan piange sempre molto. Penso che abbia il condotto lacrimale collegato alla vescica.
  • Se vuoi che una cosa venga fatta bene, falla sbrigare da un paio di vecchie puttane.
  • Tenta l’impossibile per poter migliorare il tuo lavoro.
  • La vecchiaia non è un posto per femminucce.
  • Hollywood ha sempre voluto che fossi carina, ma ho combattuto per il realismo.
  • Nella vita abbondano i maschi, ma scarseggiano gli uomini.
  • Non chiedere la luna. Abbiamo le stelle.
  • Casa è quel posto dove vai quando non hai altro luogo in cui andare.
  • Quando un uomo esprime una opinione è un uomo, quando lo fa una donna è una puttana.
  • Joan Crawford? Il primo caso di sifilide di Hollywood.

Immagine di Pasquale Squitieri

Pasquale Squitieri

(Napoli, 27 novembre 1938 – Roma, 18 febbraio 2017)
Pasquale Squitieri è stato un regista, sceneggiatore e politico italiano.

Aforismi e Citazionii di Pasquale Squitieri

  • Ho sparato, picchiato e insultato, ma l’ho fatto sempre per difendere qualcuno e mai me stesso. Se vedo la mia vita in controluce e alla mia età iniziare a osservarla è quasi un obbligo, noto che tutti gli eventi negativi che mi hanno sfiorato erano slanci mascherati di generosità. Sono arrivato a 77 anni sbattendo porte in faccia agli arroganti. E sono orgoglioso di averlo fatto. Una volta, in Rai, rovesciai il tavolo addosso al direttore di Rai Tre. Si chiamava Giuseppe Rossini.
  • Sono un narratore. Mentre preparavo Claretta sono andato a frugare nelle fascisterie e mi sono sentito fascistissimo. Quando ho studiato i fratelli Cervi, comunistissimo. Il problema non sono io che devo essere libero per sentirmi vivo, il problema sono gli altri. Sono le etichette. I conformismi. La riflessione piatta, banale, apodittica.
  • (Claudia Cardinale) Per me ha rappresentato, e rappresenta, la libertà. [...] È la sua libertà totale che mi ha affascinato. 
  • (Claudia Cardinale)Da vent'anni, senza pentimenti e ripensamenti, sono la compagna di Pasquale Squitieri: con lui e da lui ho imparato a essere una persona nuova, più capace di quanto non sia mai stata prima, di vivere il mio tempo, più consapevole della realtà, della cultura e della politica. Odiando il divismo, lui mi ha teso una mano per scendere dal mio piedistallo: da diva, mi sono scoperta donna e ho incominciato a riflettere sulla mia identità e sulla condizione femminile in generale.Lavorare con lui mi crea più ansia che lavorare con qualsiasi altro regista, perché, anche facendomi molto soffrire, mi mette sempre di fronte alle mie responsabilità, di donna oltreché di attrice, rispetto al personaggio.
Pagina 1 di 195

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi392
Ieri813
Settimana Scorsa6169
Mese Scorso26816
Da Gennaio 20151230993

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out