NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Detti latini

Detti latini

Nel passato conoscere le risposte era prerogativa di Saggi e Iniziati, rigorosamente vincolati al segreto, eppure esiste un filo d'oro che collega tutte le civiltà e che ha permesso di portare fino ai tempi attuali gli insegnamenti dell'antica Saggezza, che comprendono le risposte alle domande primordiali che ogni uomo che comincia a sollevarsi dalla massa bruta, si pone nel suo intimo più profondo: chi siamo? da dove veniamo? dove andiamo?

Intere scuole di filosofia hanno tentato, e ancora lo fanno, di proporre risposte, varie e articolate come le differenze di carattere degli uomini, noi tenteremo di trasmetterle in questa rubrica.

Latine loqui


Ovidio

Blanco notanda lapillo

(Giorno) da segnare con una pietruzza bianca.

Era in uso presso i Romani segnare il giorno felice con una pietruzza bianca.

 

Latine loqui

Seneca

(Tragedie, Fedra, scena I).

Pars sanitatis velle sanari fuit

Il desiderio di essere guariti è già un passo verso la salute

Significato

Questa locuzione va altre al significato letterale pur vero, vuole intendere che per fare il bene non basta solo conoscerlo, bisogna anche volerlo.

Si imputa a questo filosofo infatti la scoperta di alcune dimensioni importanti dell’uomo, quali la coscienza (intesa come forza spirituale e morale, e come consapevolezza del bene e del male) e soprattutto della volontà, come facoltà distinta dalla conoscenza, di cui i greci non ebbero grande sentore.

Latine loqui

Publilio Siro


Scrittore e drammaturgo romano
(I secolo a.C) Sententiae, 131

 'Famam curant multi, pauci conscientiam

Molti si preoccupano della propria fama, pochi della propria coscienza.

 Latine loqui

Fedro

Virtutis expers saepe verbis suam virtutem iactat: fallit ignotos, notorum derisum suscitat.

Chi manca di valore, e tuttavia esalta le sue opere,inganna chi non lo conosce, ma viene deriso da chi sa valutarlo. 


È la morale derivata dalla favola: "L’ Asino e il Leone alla caccia"
In questa favola l’asino spaventa con i suoi fortissimi ragli le fiere per farle prendere dal Leone. Ad impresa finita, l’asino chiede quale impressione gli abbiano fatto i suoi ragli. "Terribile! - rispose il leone - se non avessi saputo chi eri, sarei fuggito anch’io!".

Latine loqui

Plinio il Vecchio

Cum grano salis

Con un granello di sale

 
Per indicare un contravveleno che agiva soltanto se preso appunto, "con un grano di sale"
In senso figurato ha poi assunto il più ampio significato di "con un pizzico di buon senso", "con sale in zucca".

Pagina 1 di 229

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi396
Ieri872
Settimana Scorsa6031
Mese Scorso39544
Da Gennaio 2015860583

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out