NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Venerdì, 01 Novembre 2013 02:00

#Salute: Lo sapevi che il primo novembre è iniziato il #Movember? Vuoi sapere di cosa si tratta?

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

il logo dell'iniziativa i baffi e il nastro bluett

Movember, parola in cui potreste già esservi imbattuti online (o potrete farlo presto: in cinque giorni è diventato per un po' la prima parola nei Twitter Trends). Concretamente, è un mese in cui gli uomini che aderiscono alle iniziative Movember, chiamati i «Mo bro» cioè «fratelli di baffo», si fanno crescere i baffi per raccogliere fondi e sensibilizzare su alcune patologie che colpiscono gli uomini, come il cancro alla prostata e ai testicoli. Il nome Movember viene dalla fusione delle due parole inglesi, "november" e "moustache" (novembre e baffi). L'iniziativa è nata nel 2003, ideata da quattro amici di Melbourne, in Australia: negli anni è diventata sempre più popolare e ha trovato testimonial famosi e sponsorizzazioni di importanti marchi che si occupano di prodotti o cose per uomini.

Il sito ufficiale del Movember spiega praticamente tutto quello che c’è da sapere. Si può leggere in cinque lingue diverse /inglese, spagnolo, portoghese, francese e italiano/ e raccoglie in maniera ordinata tutte le donazioni raccolte per nazione (ma anche quelle individuali) e ha una pagina per i diversi paesi. In quella svizzera per esempio, in cui è disponibile anche una versione in italiano, è spiegato passo dopo passo tutto il procedimento per partecipare al Movember: radersi barba o baffi, per prima cosa; poi registrarsi e personalizzare la pagina di «Mo space» postare una foto al giorno sulla propria pagina (per vedere l’evolversi della crescita dei baffi) e poi, a seguire, parlare della salute maschile, trovare altri sostenitori, sventolare la bandiera del Movember e diventare una specie di pubblicità ambulante per l’iniziativa. Sempre sul sito è possibile andare a vedere quali programmi saranno finanziati dai soldi raccolti.

Possono partecipare anche le donne al Movember: le «Mo sista» per cui non è prevista la crescita dei baffi, si attivano soprattutto pubblicizzando l’iniziativa e impegnandosi a sostenere gli uomini e a raccogliere fondi. Anche per loro c’è la possibilità di iscriversi al sito ufficiale. La «Mo sista» più famosa che ha aderito all’edizione di quest’anno è la modella Kate Upton.

Letto 2853 volte Ultima modifica il Sabato, 02 Novembre 2019 08:55
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi19
Ieri938
Settimana Scorsa6958
Mese Scorso28807
Da Gennaio 20151526643

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out