NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

1925 - In funzione a #Milano il primo semaforo italiano

Installato all'incrocio tra piazza del Duomo, via Orefici e via Torino, il primo semaforo italiano venne accolto con evidente scetticismo dai milanesi, al punto che i più misero in dubbio che avrebbe avuto lunga durata. Una previsione che fa sorridere considerando i 720 impianti semaforici (cui corrispondono oltre tremila lanterne) che oggi scandiscono la quotidianità del capoluogo lombardo.

Se il primo impianto elettrico entrò in funzione a Cleveland, nel 1914, il più antico esempio di semaforo fu installato a Londra nel 1868: si trattava di un'asta collegata a un palo e azionata a mano, che se in posizione perpendicolare indicava il segnale di "STOP".

Il primo semaforo ad illuminazione elettrica venne installato a Cleveland, all'angolo fra la 105ª strada Est e la Euclid Avenue in Cleveland; messo in funzione il 5 agosto 1914, disponeva di due sole luci, rossa e verde. In ogni caso questi primi esempi sono tutti relativi a semafori comandati manualmente, per avere i primi controlli automatici dovranno passare ulteriori due anni negli Stati Uniti, da cui verranno anche esportati in Europa. Bisognerà aspettare altri 6 anni per vedere l'inizio della frenesia del traffico e quindi i primi esemplari a tre luci.

Nel 1922 si assiste alla prima installazione nel nostro continente a Parigi, seguita dalle installazioni nelle più grandi città come Amburgo, Berlino, quindi Milano (94 anni fa), poi Roma e Torino effettuate entro il 1926. Un'altra tappa importante nella storia dei semafori è quella del 1961 quando, a Berlino Est, venne installato il primo semaforo specificatamente designato per i passaggi pedonali.

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi61
Ieri631
Settimana Scorsa5265
Mese Scorso25830
Da Gennaio 20151425071

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out