NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata

Il 16 gennaio 1600 una bancarella vende per la prima volta al mondo le patatine fritte a bastoncini

La storia comincia nel XVI secolo, nella cittadina di Namur (a sud del Belgio) in cui risulta che gli abitanti fossero soliti friggere il pesce pescato nel fiume Mosa.
I pesci di grosse dimensioni venivano fritti e conservati in carpione, quelli di piccole dimensioni venivano consumati subito, caldi e croccanti.
Qualcuno con la vena imprenditoriale, aveva cominciato a vendere questi prodotti al mercato giornaliero, con successo, tanto che dai dintorni venivano richiamati molti clienti.
Una volta giunto l’inverno e ghiacciatosi il fiume, per sopperire alla mancanza di pesce e di viveri, iniziarono a friggere le patate (ridotte alla dimensione di una alborella) nella stessa maniera in cui friggevano il pesce, chiamandole semplicemente Frites, nacquero così le patatine fritte.

Si parla per la prima volta di Frites, nella fiera invernale di Namur del 16 gennaio 1600 (420 anni fa).

Ai belgi si deve inoltre il perfezionamento della parte più interessante delle patatine fritte, la doppia frittura, che allora era fatta con Blanc de Bœuf, e cioè grasso bovino, che dona alle patatine una piacevole croccantezza esterna e una polpa morbida e saporita all’interno.

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi799
Ieri996
Settimana Scorsa8113
Mese Scorso36813
Da Gennaio 20151632566

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out