NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Sabato, 21 Marzo 2015 08:22

Primo giorno di primavera equinozio superluna eclissi #Poesia #Arte #Tradizioni e i #Misteri del Botticelli

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

un bosco di aranci un angioletto che sferra una freccia persone che ballano al centro lei una donna che interpreta la primaveraDipinto di Sandro Botticelli "La Primavera"
conservato alla 
Galleria degli Uffizi di Firenze

Rinnovamento e fertilità, avvento della vita e resurrezione della natura: sono le caratteristiche dell'arrivo della primavera secondo le culture pagane e altre antiche tradizioni. Arrivano giornate più lunghe e calde, e così arrivano forza e calore. Una stagione il cui inizio coincide con l'equinozio (da latino æquinoctium, ovvero "notte uguale" perché la sua durata sarà uguale a quella del giorno), il fenomeno astronomico che contrariamente a quello che abbiamo imparato alle scuole elementari può cadere in tre giorni diversi (19, 20 e 21 marzo) e non soltanto il 21.

Per quanto riguarda la stagione, vi rimandiamo ad una ricerca su internet, invece con il nostro solito "taglio" pindarico esaminiamo la Primavera nell'arte e nelle tradizioni.

Una donna, si vede di profilo e a mezzo busto interamente composta da fioriDipinto di Giuseppe Arcimboldo "La Primavera"
conservato al Museo del Louvre di Parigi

Arte

Nelle arti la primavera è il tema di molte composizioni, solo a titolo di esempio: Nella musica viene celebrata da Antonio Vivaldi (la Primavera è uno dei movimenti del concerto per violino Quattro stagioni) e da Igor Stravinsky (accompagnamento del balletto La sagra della primavera); Nella pittura, la primavera è interpretata da Sandro Botticelli (dipinto La Primavera nella foto di apertura, conservato alla Galleria degli Uffizi di Firenze) e da Giuseppe Arcimboldo (La Primavera è uno dei dipinti del ciclo Quattro stagioni conservato al Museo del Louvre di Parigi). Nella scultura, "La primavera" è una statua allegorica di Benedetto Antelami conservato nel Battistero di Parma. Nella Poesia, sono innumerevoli le dediche da IbicoVirgilioPavese a Deledda.

Scultura "La primavera" di Benedetto Antelami
conservato nel Battistero di Parma

Tradizioni classiche

Nelle culture pagane l'arrivo della primavera viene festeggiato ogni anno, poiché questa stagione viene vista quale periodo di rinnovamento e di fertilità e viene rappresentata tramite l'allegoria del ritorno di Persefone alla madre Demetra dopo il suo soggiorno con Ade negli inferi.

Secondo alcune tradizioni viene rappresentata anche come l'avvento della vita e la resurrezione della natura dopo il lungo inverno. La festa di primavera prevede cerimonie che comprendono riti che vanno ad onorare il ritorno del sole dopo il freddo dell'inverno, fatto di brevi ore di luce, neve e notti tempestose. Per le tradizioni pagane la primavera porta la promessa di giornate più lunghe e più calde che offrono vivificante forza e calore.

Tra le festività pagane dell'equinozio di primavera troviamo la "Festa degli alberi" legata al culto della divinità romana "Anna Perenna" e i Misteri Eleusini.


Letto 5528 volte Ultima modifica il Sabato, 21 Marzo 2015 10:13
Devi effettuare il login per inviare commenti

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi327
Ieri833
Settimana Scorsa6947
Mese Scorso29335
Da Gennaio 20151553995

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out