NiceDie.it

Affronta la tua giornata con una sana risata
Che vuol dire?

Che vuol dire?

Il dizionario della lingua italiana è costituito da più di 160.000 parole (con quelle tecniche e di ambiti specialistici si sale ad oltre 250.000 parole); una tale ricchezza di contenuti permette di classificare le parole in base a differenti criteri tra cui quello legato alla difficoltà di comprensione. Una parola difficile è un termine particolarmente complicato che mette alla prova la bravura e la cultura di chi tenta di individuarla.

Questa rubrica darà soddisfazione ai tuoi dubbi sulle parole difficili o insolite. Inviaci una richiesta specifica, la risposta sarà pubblicata.

La cultura a portata di mano

Acrimònia

Letteralmente: asprezza.

Etimologia

Dal latino: acrimònia derivato da "acer" = acre.

Significato
  1. In senso figurato: asprezza, livore, acredine; una risposta piena di acrimonia; è un uomo pieno d’acrimonia.
  2. In origine era un termine medico che indicava alterazione deli umori.
Aggettivo

Acrimonióso: pieno di acrimonia, aspro, acido: un critico acrimonioso.

Avverbio

Acrimoniosaménte: con acrimonia, rispondere, reagire acrimoniosamente.

Sinonimi

Acredine, asprezza, astio, malevolenza, cattiveria, malignità, livore, rancore.

Contrari

Dolcezza, gentilezza, amabilità

Neòfita (o meno recentemente neòfito)

Dal greco: neòfytos = generato o germogliato di recente; composto da "nèos" = nuovo e "fyo" = produco, faccio essere, genero (generare).

Singolare maschile e femminile; Plurale Neofiti, Neofite.

Significato
  1. Colui che muove i primi passi all'interno di una qualsivoglia disciplina.
  2. Nella liturgia cristiana: colui che è stato battezzato da poco tempo, detto comunemente di adulti che, col battesimo, abbiano abbracciato la fede cattolica. 
  3. Nell’Impero bizantino: termine polemico e spregiativo per indicare i laici elevati direttamente al trono patriarcale.
  4. In botanica: di pianta naturalizzata in una determinata regione che si sviluppa e si propaga altrettanto bene quanto i componenti della vegetazione autoctona, senza l’intervento dell’azione umana.
Sinonimi

Iniziato, proselito, adepto, nuovo seguace, nuovo convertito, novizio, esordiente, principiante, recluta.

Esempi di utilizzo di Neofita nella lingua italiana
  1. Allora la neofita esorcista era per la prima volta impegnata in un'avventura in solitaria.
  2. Ha il caratteristico zelo dei neofiti.
  3. Sono i nuovi servitori della neofita aristocrazia europea.
  4. Il suo modo di parlare di basket ti fa innamorare di questo fantastico sport anche se sei un neofita.
  5. L'Italia è un Paese neofita in questo settore.
Neofita nelle altre lingue
  1. Inglese: neophyte [pronuncia niofait]; novice [pronuncia noves] (novizio, debuttante, neofita, apprendista, sbarbatello).
    Esempio: four-day cooking classes are offered to neophytes and experts. [corsi di cucina di quattro giorni sono offerti a neofiti ed esperti].
  2. Francese: néophyte [pronuncia néofìth].
    Esempio: Il a l'ardeur des néophytes. [Con l'ipeto del neofita].
  3. Tedesco: Neophyt [pronuncia niofut].
    Esempio: Staudenknöterich auszugraben, ein sich schnell ausbreitender Neophyt. [scavarsi la fossa, classico dei neofiti].
  4. Spagnolo: neófito [pronuncia neófido].
    Esempio: Con la ilusión de un neófito. [con l'illusione di un neofita].
  5. Cinese: Xīnshǒu [pronuncia siscou].
    Esempio: shǒu xīn shǒu bèi dōu shì ròu. [sia il palmo che il dorso della mano sono fatti di carne (entrambi hanno le stessa importanza)].
  6. Giapponese: Shinzanmono [pronuncia Shinzasha].
    Esempio: Yonjuì Rokusai no shinzanmono. [Yonjuì Rokusai non è uno sprovveduto].

immagine generica cultura un omino porta un carico di libri

Paleṡare

Dal latino: palam = all'aperto.

Significato

Manifestare, far conoscere, rendere palese, svelare le proprie intenzioni, le proprie idee. (Boccaccio) pensò di non palesare a alcuna persona chi fossero. Come verbo riflessivo: palesarsi: al primo palesarsi della malattia; palesarsi come profeta,palesarsi come grande oratore.
Della stessa radice

  • Palesamento: l’atto, il fatto di palesare
  • Palesatore: che, o chi, palesa
  • Palese: manifesto, noto, chiaro
  • Appalesare: forma meno comune di palesare
  • Appalesarsi: riflessivo di appalesare
  • Palesemente: avverbio, chiaramente.
Sinonimi
  1. Esprimere, esteriorizzare, esternare, estrinsecare, manifestare, mostrare, rivelare, scoprire, svelare.
  2. (Riflessivo) appalesarsi, manifestarsi, mostrarsi, rivelarsi.
Contrari

Celare, dissimulare, nascondere, occultare.

 

Incoercibile

Etimologia

Dal latino: incoèrcere, composto di "in" in senso negativo, e "coèrcere" reprimere , restringere, a sua volta composta da "cum" con, e "arcere" rinchiudere, trattenere. Aggettivo.

Significato
  1. In fisica: non comprimibile; detto in passato dei gas che si riteneva non si potessero liquefare per quanto compressi, e anche di alcune entità fisiche come il calore, l’elettricità, il magnetismo.
  2. In medicina: ernia incoercibile cioè non più riducibile per eccessivo volume.
  3. In senso figurato e più comunemente: che non può essere frenato, che non si può impedire o reprimere: impeto, impulso, vitalità incoercibile; vitalità, slancio incoercibili; incoercibile desiderio di libertà.
Avverbio

Incoercibilménte: in modo da non poter essere represso o frenato; la rabbia lo spingeva incoercibilmente a gridare.

Sostantivo

Incoercibilità: carattere o qualità di ciò che è incoercibile.

Sinonimi

(In fisica) incomprimibile, incompressibile.
(In senso figurato) incontenibile, irrefrenabile, inarrestabile, irriducibile.

Contrari

Frenabile, arrestabile, coercibile.

Sàtrapo

Dal greco: satràpes = governatore persiano

Significato

Governatore di una provincia dell’antico impero persiano, con ampi poteri politici, amministrativi e militari.

Per estensione

Monarca di un paese orientale: Anzi nuocer parea molto più forte A re, a signori, a principi, a satràpi (Ariosto);
Mariterò le mie dolci sorelle Ai sàtrapi dell’Asia spaziosa (D’Annunzio).
Persona, investita di un certo potere, che ostenta e fa pesare la sua autorità, che esercita il suo ufficio con grande sussiego, dandosi un’importanza sproporzionata alla carica: certi sàtrapi dell’istruzione pubblica (Carducci); anche, persona che vive tra gli agi e le ricchezze: fare il satrapo.; condurre una vita da satrapo.
Il femminile satrapéssa indica, più che la moglie di un satrapo, una donna troppo autoritaria.

Sinonimi:

(nell'antica Persia) governatore.
(in senso figurato) tiranno, despota, prevaricatore, dittatore, soverchiatore, signorotto.

Web Traffic (solo Italia)

Per il momento Oggi1026
Ieri1743
Settimana Scorsa6904
Mese Scorso39544
Da Gennaio 2015867371

Google-PageRank Checker
Powered by CoalaWeb

Log in/Log out